Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Martina Rossi, per la Corte d'Appello non scappava da uno stupro. Il papà: "allora perché è morta"? Martina Rossi, per la Corte d'Appello non scappava da uno stupro. Il papà: "allora perché è morta"? Martina Rossi, per la Corte d'Appello non scappava da uno stupro. Il papà:

"Martina Rossi non fuggiva quando precipitò e non ci sono prove sufficienti per dimostrare che qualcuno tentasse di violentarla”.

Queste le motivazioni con cui il 9 giugno scorso la Corte di Appello di Firenze ha assolto Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni, i due giovani di Castiglion Fibocchi accusati e condannati in primo grado per la morte della studentessa ligure, precipitata all'alba del 3 agosto 2011 dal balcone di un hotel a Palma di Maiorca, mentre, secondo l’accusa, cercava di sfuggire ad un tentativo di stupro.

Opposte chiaramente le reazioni alle motivazioni della sentenza.


Sostieni ArezzoTV