Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Il presidente di Arezzo Casa Lorenzo Roggi non ha fatto attendere la sua risposta al nostro servizio Case popolari di via Funghini: “noi costretti a vivere con la muffa”

Di seguito il comunicato stampa di risposta giunto alla nostra redazione. 

"Mi sono insediato a settembre 2019, ed una delle prime cose fatte da Presidente è stata quella di
recarmi in Via Funghini su sollecitazione dei condomini.
L'immobile è davvero nuovo, ha appena venti anni, eppure come avete potuto verificare,cade a pezzi. Ci
sono enormi problemi legati all'umidità ed alle infiltrazioni.
Per errori in fase di progettazione infatti, questo immobile nasce con un tetto piatto, che con il tempo
si è totalmente deteriorato. A questo si aggiungano la scarsa manutenzione, la poca lungimiranza,la
drammatica carenza di risorse economiche che riguarda Arezzo Casa, l'incuria di alcuni assegnatari, e
arriviamo allo stato attuale delle cose.
Le linee citofoniche vanno rifatte, i garage hanno pesanti infiltrazioni d'acqua, gli appartamenti sono
pieni di muffa, insomma le criticità sono tantissime.
Due anni fa è stato fatto un importate intervento di adeguamento della centrale termica ( circa 90 mila
euro ) che purtroppo continua a dare problemi.
Mi sono personalmente impegnato, a febbraio di quest'anno, con gli assegnatari, la proprietà ( Comune di
Arezzo ) ed il Consiglio di Amministrazione di Arezzo Casa per iniziare una pesante opera di
ristrutturazione, che sarebbe dovuta cominciare questa estate. Purtroppo il periodo legato al “ fermo
Covid “ ha rallentato tutto, ma abbiamo una road map già tracciata,che vedrà l'inizio del cantiere per
il rifacimento totale delle coperture ( circa 250.000 euro ) entro la fine del 2020.
In questi giorni poi, stiamo attendendo spasmodicamente i decreti attuativi di quello che viene
generalmente indicato come “ bonus facciate “ o “ ecobonus 110% “.
Se da un punto di vista normativo ne avremo la possibilità, inseriremo via Funghini in un progetto di
recupero e miglioramento totale del fabbricato, che ci darà la possibilità di trasformare letteralmente
tutto il plesso.
Purtroppo negli anni situazioni come quella di via Funghini si sono moltiplicate in tutta la Provincia,
ed adesso stà a noi risolverle.
Stiamo cercando con tutte le difficoltà del caso di rimettere in piedi il disastro che abbiamo
ereditato, ma è davvero difficile.
Una buona notizia è che siamo arrivati alla fine del cantiere di “ Villaggio Gattolino “, che abbiamo
trovato bloccato, in ritardo di anni, e che dopo l'agosto vedrà finalmente la sua conclusione.
E' davvero difficile lavorare così, ma nell'ottica di un progetto triennale sono sicuro che restituiremo
ai cittadini una Arezzo Casa totalmente trasformata, trasparente e finalmente efficiente."


Sostieni ArezzoTV