Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

E' successo verso la mezzanotte in via Martiri della Libertà a Foiano della Chiana in provincia di Arezzo. 

I malviventi si sarebbero introdotti all'interno dell'ufficio postale forzando la porta d'ingresso che presenta evidenti segni di effrazione.

I ladri avrebbero utilizzato la stessa tecnica dei colpi messi a segno in altri uffici postali del territorio aretino, ovvero l'utilizzo del gas introdotto nello sportello bancomat, per poi innescare l'esplosione avvertita dalle persone che abitano proprio sopra l'ufficio postale.

“Abbiamo sentito un gran rumore- ci racconta una signora – poi tanto fumo. Abbiamo avuto paura, ma nessun danno alle nostre abitazioni.”

Una volta fatto saltare in aria il bancomat, i malviventi hanno rubato le banconote che non si sarebbero macchiate con l'inchiostro del dispositivo anti furto.

Bottino circa 80 mila euro. I carabinieri della Compagnia di Cortona indagano assieme ai colleghi della stazione di Foiano della Chiana. Sarebbe stata avvistata una station wagon mentre si allontanava in direzione della superstrada. Importanti saranno le immagini delle telecamere di sorveglianza.


Sostieni ArezzoTV