Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Pratovecchio Stia(Ar). Muore a 47 anni schiacciato da un albero, attesa per l'autopsia Pratovecchio Stia(Ar). Muore a 47 anni schiacciato da un albero, attesa per l'autopsia Pratovecchio Stia(Ar). Muore a 47 anni schiacciato da un albero, attesa per l'autopsia

Sarà svolta nei prossimi giorni l'autopsia sul corpo del boscaiolo che ha perso la vita mercoledì pomeriggio in un terribile incidente sul lavoro, schiacciato da un albero.

Una tragedia, che ha scosso profondamente l'intero casentino.

L'uomo, 47enne, di origini rumene, lavorava da tempo per una ditta specializzata nella commercializzazione del legname e manutenzione delle aree boschive. Viveva con la sua famiglia nel comune di Pratovecchio Stia ed era padre di una bambina di 12 anni.

Mercoledì pomeriggio, attorno alle 14,30, si trovava assieme ai colleghi Fosso Del Lastricciolo, all'interno delle foreste casentinesi, vicino al Passo della Calla. Improvvisamente uno dei grossi alberi sui quali stava intervenendo gli è crollato addosso, travolgendolo e uccidendolo sul colpo.

A lanciare l'allarme i colleghi ed il titolare della ditta dove lavorava.

Inutili i disperati tentativi di soccorso dei sanitari del 118, che hanno potuto unicamente constatare il decesso.

Sul posto oltre al personale sanitario, sono intervenuti i carabinieri, il soccorso alpino, i vigili del fuoco di Bibbiena e quelli del distaccamento di Pratovecchio, che hanno estratto il corpo dell'uomo da sotto l'albero, per affidarlo alle cure dei sanitari.

L'area dove si è consumata la tragedia è stata posta sotto sequestro. La Procura di Arezzo ha infine aperta un'inchiesta, coordinata dal pm Roberto Rossi. Un atto dovuto, al momento senza indagati.