Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Questa settimana sono in programma nuovi appuntamenti sui canali Facebook, Instagram, Youtube, LinkedIn e sul sito internet www.fondazioneivanbruschi.it, grazie all’iniziativa “Ogni cosa da noi è una storia” portata avanti dalla Fondazione Ivan Bruschi, amministrata da UBI Banca, nei giorni in cui la Casa Museo del celebre antiquario aretino continua ad essere chiusa al pubblico.

Da mercoledì 22 aprile l’attore Lenny Graziani dell’Associazione Culturale Noidellescarpediverse sarà online per raccontare in modo ironico a tutti i bambini la storia di Apollo e Dafne, prendendo spunto dagli oggetti della collezione Bruschi legati al mito greco.
Venerdì 24 aprile prosegue l’interessante e divertente approfondimento sui pezzi più originali della collezione numismatica del Museo Bruschi: la dottoressa Franca Maria Vanni, con il suo nuovo “aneddoto numismatico” illustrerà la storia della “Cartamoneta falsa per un imperatore”.
Lunedì 27 aprile l’iniziativa della Fondazione ospiterà il video contributo “Leggere Cambia Tutto” di Gabriele Ametrano, direttore del noto festival “Firenze Città dei Lettori”, che oltre a ricordare il reading realizzato lo scorso maggio a Casa Bruschi con l’attore Maurizio Lombardi, racconterà le prospettive per una prossima edizione del Festival fiorentino.

I video realizzati dalla Fondazione Bruschi vengono trasmessi inoltre su Teletruria il lunedì, mercoledì e venerdì alle ore 19,20 e su ArezzoTV tutti i giorni alle ore 18,30.

Tutti coloro che, aderendo all’iniziativa “Ogni cosa da noi è una storia”, vorranno condividere ricordi e esperienze vissute visitando la Casa Museo dell’Antiquariato, oppure raccontare le personali passioni collezionistiche sono inviati ad inviare alla Fondazione Bruschi foto, commenti e video, tramite i canali social utilizzando #noidavoi o tramite l’e-mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..


Sostieni ArezzoTV