Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Test sierologici, si allarga la platea dei lavoratori. Ecco dove farli ad Arezzo Test sierologici, si allarga la platea dei lavoratori. Ecco dove farli ad Arezzo Test sierologici, si allarga la platea dei lavoratori. Ecco dove farli ad Arezzo

Sono 4 le strutture aretine dove sarà possibile effettuare i test sierologici rapidi per l’emergenza pandemica da COVID-19.

Con l’ultima Ordinanza, la n.39, firmata il 19 aprile dal presidente Enrico Rossi, la Regione Toscana ha specificato le categorie e le modalità per l’esecuzione in relazione al rischio espositivo e alle esigenze di tutela della salute pubblica.
La nuova disposizione allarga quindi, anche rispetto alle precedenti decisioni, la platea di soggetti a cui è destinata l’esecuzione degli screening.

Oltre a quelli già individuati in precedenza, ovvero la Polizia Municipale e Provinciale, i lavoratori degli esercizi commerciali e delle grandi strutture di vendita alimentare, gli addetti al trasporto merci, i lavoratori di aziende pubbliche o private relative allo smaltimento e raccolta dei rifiuti potenzialmente infetti, i dipendenti pubblici, quelli degli uffici postali e dei bancari, finanziari e assicurativi, del trasporto pubblico locale, tassisti, operatori della logistica, personale dei consolati e dei porti e degli aeroporti, si aggiungono i lavoratori dei servizi a domicilio, quelli dell’editoria e dell’emittenza televisiva a contatto con il pubblico, gli edicolanti e librai, gli operatori delle agenzie di onoranze funebri e i lavoratori del distretto cartario.
La Regione Toscana ha attivato, tramite ESTAR, le convenzioni con i seguenti laboratori privati.

A questi potranno rivolgersi tutte le imprese, le aziende, le pubbliche amministrazioni e gli operatori interessati dalle Ordinanze n. 23 e n.39.

Arezzo e provincia:
- San Giuseppe Analisi: 0575/3734459, 3929065215 – Via Aurelio Saffi 33, Arezzo;
- Centro diagnostico Valdichiana: 0575/641106 – Via delle Farniole 24, Foiano della Chiana;
- Synlab:
o Via Crispi 13, Arezzo;
o Strada regionale 71, Terontola di Cortona;
o Via Fiorentina 28, Ponte a Poppi.
- Bianalisi- Centro fisioterapico Casentinese: 0575420020, Via La Casella 15 Capolona.


Qualora il test sierologico rapido dovesse dare esito positivo o dubbio, il lavoratore dovrà porsi in quarantena e avvertire il proprio medico di medicina generale o il medico competente. Saranno poi direttamente questi a fare richiesta all’AUSL Toscana sud est che, secondo la procedura, disporrà tempi e modi per il tampone orofaringeo.
Il test sierologico rapido non ha da solo valenza diagnostica e necessita, dell’approfondimento del tampone.


Sostieni ArezzoTV