Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Arezzo, donate dalla Cisl 400 mascherine FFp2 agli addetti alle pulizie negli ospedali Arezzo, donate dalla Cisl 400 mascherine FFp2 agli addetti alle pulizie negli ospedali Arezzo, donate dalla Cisl 400 mascherine FFp2 agli addetti alle pulizie negli ospedali

La Fisascat CISL di Arezzo questa mattina, martedì 21 aprile, alla presenza del direttore sanitario della USL Toscana Sud Est, ha consegnato al personale delle pulizie e sanificazioni degli ospedali “San Donato” di Arezzo e la “Gruccia” del Valdarno, 400 Ffp2 professionale. “La nostra non è solo una donazione, ma un gesto dal valore simbolico, dice Maria Rosaria Esposito segretario Fisascat CISL di Arezzo, perché gli addetti alle pulizie e alla sanificazione degli ospedali sono anche loro in prima linea nella lotta al Covid-19 unitamente ad altre figure quali il personale medico e infermieristico; in un ospedale, prosegue, ci sono molti altri lavoratori quali, appunto, gli addetti alla pulizia e alla sanificazione, gli addetti della ristorazione e gli addetti allo smaltimento dei rifiuti. Chi opera nella sanità ed in particolare nel settore delle pulizie e della sanificazione ha delle procedure molto specifiche e curate da adottare e non solo ora a causa del Coronavirus”.

E, come ha sottolineato una operatrice che presta servizio all’ospedale della Gruccia “la pulizia in un ospedale ha lo stesso valore dell’aria. Senza aria non si può vivere ed altrettanto senza pulizia. Noi siamo abituati a pensare che, quando entriamo in una stanza, il malato che abbiamo di fronte è sempre ipoteticamente infetto, di conseguenza dobbiamo muoverci per salvaguardare al meglio sia i pazienti e, allo stesso tempo, proteggere noi.

La lotta a questo virus, conclude la Esposito, passa anche attraverso le mani, gli occhi ed il cuore di una squadra umile e invisibile, quella delle «signore delle pulizie», appunto. A questi lavoratori va tutto il nostro ringraziamento per il prezioso lavoro che svolgono che, troppo spesso, non è riconosciuto e che, anzi, è sottovalutato anche dal punto di vista economico. La Fisascat CISL è e sarà sempre al loro fianco anche non solo ora”.


Sostieni ArezzoTV