Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Sono stati ripetuti nella giornata di oggi i tamponi agli ospiti e ai dipendenti Casa Pia di Arezzo “Istituto Fossombroni”. Dopo la notizia di tre casi positivi al Covid-19, due operatori ed un ospite tutti asintomatici, è stato lo stesso istituto a chiedere la ripetizione dei tamponi.

Quelli eseguiti l'8 di aprile scorso, sono tornati indietro solo dopo 6 giorni e comunque alcuni sarebbero senza risposta.

Il direttore Stefano Rossi ci tiene innazitutto a precisare che l'ospite risultato positvo: “è continuamente monitorato e le sue condizioni di salute sono buone. E' asintomatico.

Sui tamponi odierni poi ci conferma che “i tamponi sono stati tutti ripetuti nella giornata di oggi al personale e gli ospiti su nostra espressa richiesta”.

Il risultato sarebbe atteso per la giornata di domani o dopodomani al massimo.

Già ieri l'Istituto aveva diffuso una nota ufficiale dopo la notizia dei tre casi positivi ed era stata presidente Maria Paola Petruccioli a puntualizzare sui ritardi nelle risposte.

Un problema generalizzato.

Altri contagi nelle Rsa in città si sono avuti nella casa di riposo “Guillichini”, nel centro di Arezzo, con due dipendenti positivi.

Il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli nella sua diretta Fb si è espresso così "Capisco la mancanza di reagenti - ha commentato Ghinelli - ma qui ci riferiamo a tamponi effettuati nelle rsa circa una settimana fa e non dimentichiamo che è arrivata soltanto una parte dei risultati che attendiamo".

Anche a Lucignano nella Rsa “Arrighi Griffoli” è risultato positivo un 97enne ospite della struttura, ma il sindaco Roberta Casini ci comunica che alcuni tamponi, ancora il numero non è stato precisato, dovranno essere ripeturi e sempre il sindaco ha già chiesto la ripetizione completa dei tamponi ai 25 ospiti e 25 operatori.

Un contagio anche nella casa-famiglia di Foiano della Chiana e nella Rsa “Serristori” di Castiglion Fiorentino. Uno nella Rsa Fanfani di Badia Tedalda, un operatore. Stessa situazione alla Rsa Brachetti di Castelfranco.

Altri tre anziani positivi nell’Rsa Becattini di Civitella Val di Chiana.

La cooperativa che gestisce la struttura è la stessa dell’Rsa di Bucine. Qui c'è indubbiamente la situazione più drammatica.

I pazienti deceduti sono 10, gli ospiti positivi sono 24 mentre gli operatori contagiati sono 17.

I famialiari stanno preparando un esposto alla procura della Repubblica.

Sarebbe il secondo in provincia di Arezzo dopo quello presentato dal sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai per la situazione della Rsa nel suo comune. Qui i positivi sono 30, di cui 13 operatori e 27 ospiti. I decessi sono 2.

Qui il punto del sindaco Silvia Chiassai


Sostieni ArezzoTV