Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Arriva il giorno seguente alla notizia dei tre casi positivi all'Istituto di Agazzi Virus, tre casi positvi di Covid-19 ad Agazzi. L'Istituto ferma l'attività, la bella notizia che tutti i pazienti ricoverati appunto nell'ala dell'Istituto dedicata alla riabilitazione post traumatica sono negativi. 

I controlli si erano resi necessari dopo la notizia dei tre contagi, un ospite e due operatori all'interno della struttura che ospita appunto i pazienti e offre servizi ambulatoriali.

Tutto sospeso al momento, sia il ricovero che i trattamenti diurni ed ambulatoriali. E' esclusa, lo ribadiamo, la palazzina che invece ospita circa 100 disabili, non interessata dal contagio.

Negativo anche il tampone per il dottor Giorgio Apazzi, direttore sanitario della struttura.

Quella sospesa è però un'attività importante per Arezzo e non solo, si tratta appunto della Riabilitazione per patologie Ortopediche o Neurologiche causate da eventi acuti.

"Un servizio ben noto a tutti per l’altissimo livello - scrive l'Istituto nel suo comunicato stampa - di qualità degli interventi garantiti grazie alla qualificazione e professionalità dei suoi operatori e alla dotazione di apparecchiature e tecnologie per la Riabilitazione. I locali sono stati sottoposti alla sanificazione.

Il dispiacere dell’Istituto nel non poter continuare ad offrire gli abituali servizi per la Riabilitazione è mitigato solo dalla consapevolezza che sarà un’interruzione di breve durata."


Sostieni ArezzoTV