Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Ecco il consueto bollettino aggiornato alla mezzanotte del 25/03/2020 da parte della Ausl Toscana Sud Est. 

I deceduti in provincia di Arezzo sono in tutto quattro: Badia Tedalda 91 anni ricoverato in malattie infettive 2) Badia Tedalda 88 anni ricoverato in malattie infettive 3) Sestino 78 anni era al domicilio 4) Bucine (errata corrige) di 78 anni. Si sottolinea - spiega la Asl - che erano tutti quadri clinici molto complessi.

La situazione della Ausl Toscana Sud Est 

Sono 644 i casi registrati ad oggi nella Ausl Toscana sud est: 231 ad Arezzo, 193 a Grosseto, 194 a Siena su un totale di 5.672 persone sulle quali è stato effettuato il tampone.
488 sono i pazienti attualmente al domicilio. 122 i ricoverati, di cui 24 in Terapia intensiva, un trend del 20% che si sta mantenedo già da qualche giorno. 12 i pazienti deceduti, tutti tra i 80 ed i 92 anni.
Il contagio da Covid-19 non risparmia nessuno, tanto meno i pazienti cosidetti “fragili” come anziani e disabili che vivono all'interno delle Strutture residenziali dedicate.
Purtroppo anche in queste realtà si sono verificati negli ultimi giorni casi positivi tra gli ospiti e gli operatori.
Di seguito la situazione nelle diverse RSA e RSD della Sud Est:
Rsa Pizzetti di Grosseto: a oggi risultano positivi 10 ospiti, di cui 1 attualmente ricoverato al Misericordia, e due operatori. I pazienti hanno tutti sintomi lievi a sono stati trasferiti in una zona “Covid” organizzata a posta per tenerli lontani dagli altri ospiti. I tamponi eseguiti sono 75 in totale.
Rsa Santa Petronilla di Siena: anche in questa struttura risultano 13 ospiti positivi e 5 operatori.
Rsa di Bucine: gli ospiti positivi sono 22 e 8 gli operatori positivi. Erano stati effettuati  82  tamponi. Il giorno 24 le condizioni di salute di uno degli ospiti positivi novantaduenne sono seriamente peggiorate fino a determinarne il decesso. 
Rsa di Badia Tedalda: del tutto contenuta la situazione in questa struttura dove si registra un solo caso positivo tra i 25 tamponi eseguiti ad ospiti e personale.
L'Asl Toscana sud est per far fronte all'emergenza ha costituito un'Unità di crisi per la gestione del Covid nelle RSA.  L’Unità di crisi è guidata dal Direttore dei Servizi Sociali a cui si affiancano i diversi direttori di Zona Distretto.
In generale, la situazione nelle tre province è sotto controllo, le strutture sono state sanificate e si sono separati gli ospiti positivi dagli altri per evitare qualunque tipo di contaminazione nei percorsi. I familiari non entrano ormai nelle strutture dai primi di marzo e, ad oggi, vengono informati quotidianamente per telefono, dal personale o quando le situazioni lo consentano, via Skype o video-chat.

I nuovi casi 

          Venti nuovi casi in provincia di Arezzo, dieci uomini e altrettante donne. Le età delle persone contagiate varia tra 24 e 88 anni. Particolarmente bersagliata la Valtiberina con 12 nuovi casi. Ad Arezzo se ne registrano 3, 1 in             Casentino, 2 in Valdichiana e 2 in Valdarno. Tutti i nuovi contagiati si trovano al proprio domicilio, tranne un 65enne del Valdarno che si trova ricoverato ad Arezzo. Il totale di positivi in provincia di Arezzo sale a 214, in tutta           l'area vasta i casi sono 580.


Sostieni ArezzoTV