Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Toscana. 4,4 milioni per le imprese colpite dal maltempo del luglio 2019 Toscana. 4,4 milioni per le imprese colpite dal maltempo del luglio 2019 Toscana. 4,4 milioni per le imprese colpite dal maltempo del luglio 2019

Oltre 4 milioni per le imprese colpite dalla violenta andata di maltempo che nel luglio 2019 mise in ginocchio gran parte della Toscana, soprattutto il territorio aretino, dove ci fu anche una vittima.

La Regione Toscana ha infatti messo a disposizione delle aziende colpite dall'alluvione 4,4 milioni di euro provenienti dal Piano di sviluppo rurale a seguito del decreto del ministero delle Politiche agricole con il quale è stato riconosciuto per quell'evento il carattere di avversità atmosferica assimilabile a calamità naturale.

I comuni interessati sono 13, di cui dieci in provincia di Arezzo e tre in quella di Firenze.

I comuni aretini interessati sono Arezzo, Anghiari, Monterchi, Sansepolcro, Monte San Savino, Civitella in Val di Chiana, Marciano della Chiana, Lucignano, Castiglione Fiorentino, Foiano della Chiana.

Le imprese agricole con sede in questi Comuni potranno accedere al bando della misura 5.2 del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Toscana che riconosce la copertura del danno subito, fino ad massimo di 200mila euro, purché questo rappresenti almeno il 30 per cento del potenziale produttivo dell’impresa.

Gli interventi finanziabili, con copertura fino al 100 per cento, riguardano, tra l’altro, il ripristino delle strutture aziendali danneggiate, l’acquisto di impianti, macchinari e attrezzature distrutte, il ripristino degli impianti frutticoli ed olivicoli.

Il bando sarà pubblicato a breve sul bollettino ufficiale della Regione Toscana e rimarrà aperto fino alle ore 13 del 30 giugno 2020.


Sostieni ArezzoTV