Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Arezzo, workshop dell'agriturismo aretino: "siamo i veri ambasciatori del made in Italy" Arezzo, workshop dell'agriturismo aretino: "siamo i veri ambasciatori del made in Italy" Arezzo, workshop dell'agriturismo aretino:

Il Coronavirus non arresta l’Agriturismo aretino che si è incontrato, con i suoi operatori, gli enti, le istituzioni alla Casa dell’Energia di Arezzo in un workshop voluto da Terranostra Coldiretti Arezzo, alla presenza dei rappresentanti di Coldiretti nazionali, regionali e provinciali.
Ad aprire i lavori il Presidente di Coldiretti Arezzo Lidia Castellucci ed il Direttore Raffaello Betti “Abbiamo fortemente voluto questo incontro, nonostante il delicato momento che stiamo vivendo, nel rispetto delle regole e delle disposizioni nazionali e regionali che sono fondamentali, noi non ci facciamo spaventare e proseguiamo nel nostro lavoro che parte proprio con Terranostra, Agriturismo di Campagna Amica dal valore strategico che rappresenta. L’agriturismo sta assumendo un’importanza sempre maggiore nel processo di diversificazione delle attività produttive nell’agricoltura del nostro territorio, ed il suo ruolo, svolge una funzione rilevante nell’integrazione dei redditi agricoli, nella salvaguardia di produzioni tipiche e nello sviluppo rurale, i numeri in provincia parlano chiaro ed il settore è in continua crescita”.
Moltissime le istituzioni presenti che hanno portato il loro saluto a cominciare dal Presidente di Terranostra Arezzo Marco Masala, dal Consigliere Provinciale Ezio Lucacci, dal Presidente di Terranostra Toscana Luca Serafini, e poi ancora Simone Ferri Graziani, componente di giunta Terranostra Nazionale, l’Assessore regionale Vincenzo Ceccarelli ed il vicepresidente del Consiglio Regionale Lucia De Robertis.
Uno degli interventi centrali è stato quello del Direttore Nazionale di Terranostra Elisabetta Montesissa “Gli agriturismi nel nostro Paese rappresentano 1,40 miliardi di euro, sono i veri ambasciatori del Made in Italy, il turista oggi vuole vivere un’esperienza, ha voglia di ascoltare una storia, quella che i nostri agricoltori sanno narrare con tutta la sapienza dell’ospitalità contadina”. Il Direttore ha poi citato la campagna di mobilitazione nazionale a seguito del Coronavirus “#lacampagnanonsiferma, gli agriturismi non si fermano, sempre di più dobbiamo ricordarci che la nostra agricoltura è distintiva, è ambiente e tutela del territorio, non dimentichiamoci che i nostri agricoltori sono coloro che mungono il latte, lo trasformano e poi lo cucinano per i propri ospiti – ha detto Montesissa – non dimentichiamoci che gli agriturismi sono in campagna, in luoghi immersi nella natura”.
E’ poi intervenuto il Direttore della Fondazione Arezzo InTour Rodolfo Ademollo “Grazie a Coldiretti per averci invitati a questo importante momento, il settore extra alberghiero oggi ha guidato la crescita turistica, i dati sono significativi nel nostro comune e nella nostra provincia, con la Fondazione lavoriamo proprio in questa direzione, promuovendo e posizionando nel migliore dei modi quelle che oggi sono le nostre eccellenze, L’esperienza della stagionalità – si è poi avviato a concludere il Direttore – non esiste, quello che voi fate è quello che di più autentico cerca il turista oggi”.
La mattinata è stata intervallata da una colazione contadina preparata dai Cuochi contadini di Coldiretti Arezzo che hanno realizzato piatti con i prodotti delle loro aziende o delle aziende aderenti al circuito di Campagna Amica. “Oggi è una bellissima giornata qui ad Arezzo – ha dichiarato il Presidente Nazionale di Terranostra Diego Scaramuzza – è in partenza un nuovo corso dedicato ai Cuochi Contadini, rivolto alle nostre aziende agricole che hanno un agriturismo. Cerchiamo con questa formazione di trasformare la visione del cibo in un’azienda agrituristica, si va in azienda, in campagna, si raccolgono i prodotti della stagionalità, della sostenibilità del territorio e poi si va in cucina e si riportano a tavola ai consumatori le ricette della tradizione. Non dimentichiamoci che l’Agriturismo di Campagna Amica è una famiglia!”.
Tra gli ospiti del workshop anche il Presidente della Camera di Commercio di Arezzo Siena Massimo Guasconi ed il Dirigente Marco Randellini che hanno portato il saluto camerale dando uno spaccato in numeri della provincia.
Ha chiuso la mattinata il nuovo Direttore di Coldiretti Toscana Angelo Corsetti alla sua prima uscita aretina “Per la Toscana l’Agriturismo è un elemento centrale, di economia e di tutela del territorio, è un ruolo fondamentale che va però accompagnato con le politiche di salvaguardia del territorio per dare la possibilità ai nostri imprenditori agricoli di rimanere nelle aree anche meno vocate dell’agricoltura, sono attività economiche che devono darci la possibilità di attrarre e dare al turista esterno un’immagine della Toscana che rappresenti al meglio i valori green che tutti quanti stiamo ricercando”.


Sostieni ArezzoTV