Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Coronavirus, studenti bloccati in partenza per la gita. Ecco i casi sospetti nella Toscana del sud Coronavirus, studenti bloccati in partenza per la gita. Ecco i casi sospetti nella Toscana del sud Coronavirus, studenti bloccati in partenza per la gita. Ecco i casi sospetti nella Toscana del sud

L'allarme dopo i casi italiani di coronavirus, che sembrano essere i più numerosi in Europa per adesso, è ormai alle stelle. Tanto che i riferimenti sanitari sul territorio, dal 118, alle guardie mediche ai pronto soccorso vengono subissati di richieste di intervento e accessi. Anche i numeri verdi messi a disposizione dalle asl sono presi d'assalto con richiesta di informazioni e chiarimenti.

Per adesso in Toscana non c'è nessun caso accertato, ma ce ne sono stati di sospetti.

17 i test effettuati dalla UOC Microbiologia e Virologia dell’Aou Senese nella giornata di sabato 22 febbraio per casi sospetti di coronavirus, tutti con esito negativo.

Un dato in aumento rispetto ai giorni scorsi. E il coronavirus sta avendo effetti anche sulla mobilità degli studenti. Le gite scolastiche sono state tutte sospese. Il liceo “Città di Piero” di Sansepolcro avrebbe dovuto effettuarne una proprio in queste ore a Canne, i genitori con i ragazzi si sono presentati alle 7:00 di mattina con la valigia in mano di fronte al pullman pronto per partire ma sono tornati tutti a casa. Intanto altri studenti del Liceo classico”F.Petrarca” di Arezzo, che invece di trovavano in Inghilterra torneranno a casa in queste ore, ma non si tratta di un rientro anticipato.


Sostieni ArezzoTV