Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Ladro seriale a colpi di mattone, colpiva le auto in sosta: denunciato un aretino di 45 anni Ladro seriale a colpi di mattone, colpiva le auto in sosta: denunciato un aretino di 45 anni Ladro seriale  a colpi di mattone, colpiva le auto in sosta: denunciato un aretino di 45 anni

Un vero e proprio professionista del furto con mattone. Decine infatti i colpi a lui riconducibili, sempre messi a segno con le stesse modalità, scagliava una pietra sui vetri delle auto in sosta, li mandano in frantumi e faceva razzia di quanto trovava. Ma adesso li sue scorribande sono finite. Il ladro seriale, un aretino di 45enne, è stato rintracciato e denunciato dalla Polizia di Stato. Lo scorso giovedì l'ennesimo furto messo a segno, in questo caso su un'auto parcheggiata in pieno centro. Armato di pietra il malvivente ha prima mandato in frantumi il vetro e poi si è impossessato di una borsa, lasciata sul sedile, alcuni interno c'erano portafogli, documenti, carte di credito, cellulare ed altre effetti personali. Immediatamente è scattata la caccia all'uomo. Gli agenti della Squadra Volanti della Questura di Arezzo, grazie alla collaborazione della vittima, seguendo il segnale Gps del telefono rubato, sono riusciti a localizzare il ladro, che era ancora in possesso di parte della refurtiva, mentre un'altra parte stata utilizzata immediatamente per acquistare sostanza stupefacente. Per il 45enne, con numerosi precedenti per rapina, furto aggravato e danneggiamento, e già finito in manette un anno fa. Adesso è scattata la denuncia. La borsa appena rubata è stata immediatamente riconsegnata alla proprietaria, mentre proseguono le indagini per attribuire all'uomo ulteriori furti, messi a segno con le stessa modalità.




Sostieni ArezzoTV