Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Inchiesta corruzione. "Soffiategli nell'orecchio", la conversazione nel file "Amendola Inchiesta corruzione. "Soffiategli nell'orecchio", la conversazione nel file "Amendola Inchiesta corruzione.

"Chiappiamolo per le orecchie".

Questa la frase Sergio Staderini pronuncia parlando probabilmente di Luca Amendola, esponente di Forza Italia e presidente di Arezzo Multiservizi, che non avrebbe rispettato i patti con Roberto Bardelli, il Breda, consigliere comunale che con l'aiuto, secondo l'accusa, di Lorenzo Roggi oggi presidente di Arezzo Casa, avrebbe contributi all'elezione di Amendola.

E' una delle conversazioni riportate nel decreto di perquisizione dell'inchiesta, la seconda, che scuote la politica aretina ed in particolare la maggioranza di centro destra che governa la città di Arezzo.