Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Rilanciare il commercio a Saione: esenzione Cosap per tutto il 2020 Rilanciare il commercio a Saione: esenzione Cosap per tutto il 2020 Rilanciare il commercio a Saione: esenzione Cosap per tutto il 2020

Esenzione dal pagamento del Cosap, relativo all’occupazione di suolo pubblico, per tutte le attività commerciali su area pubblica (permanenti e temporanee), compresi i mercati di Saione e piazza Zucchi, le manifestazioni e gli eventi su suolo pubblico a carattere temporaneo, nonché per le occupazioni relative ad attività di somministrazione (dehors e tavolini). Il provvedimento, in vigore per tutto il 2020, riguarda la zona di Saione ed è stato approvato dalla giunta.

Il perimetro dell’area comprende parco “Colle del Pionta”, via Cittadini, parco “Mancini”, Campo di Marte, linea ferroviaria, parco “Arno”, via Arno, via Vittorio Veneto, via Curtatone, via del Pionta.

Il progetto si propone di incentivare lo sviluppo delle attività economiche collegate al quartiere di Saione, un’area con particolari situazioni di difficoltà, anche collegate alla sicurezza urbana e a fenomeni di rarefazione commerciale. L’obiettivo è stimolare interventi di riqualificazione da attuarsi tramite iniziative di carattere commerciale oppure con manifestazioni ed eventi di aggregazione sociale, oltre che favorire la rivitalizzazione dei mercati rionale.L’assessore Marcello Comanducci ha commentato con soddisfazione la decisione della giunta: “Quella zona di città merita un’attenzione particolare non soltanto dal punto di vista della salvaguardia della sicurezza ma anche dell’incentivo alla vivibilità. Una zona vissuta, frequentata è una zona più sicura e in questo senso la presenza degli esercizi commerciali diventa un fattore fondamentale. E la leva fiscale, come abbiamo già avuto modo di sperimentare, rappresenta uno strumento utilissimo che favorisce la nascita e la sopravvivenza dei negozi, oltre che l’organizzazione di eventi molto partecipati”.