Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

China Legends, al Valdichiana Outlet Village in mostra l'Ottava Meraviglia del Mondo China Legends, al Valdichiana Outlet Village in mostra l'Ottava Meraviglia del Mondo China Legends, al Valdichiana Outlet Village in mostra l'Ottava Meraviglia del Mondo

L’estremo Oriente incontra la Toscana. Dal 29 novembre 2019 al 3 maggio 2020 arriva l’Esercito di Terracotta del primo Imperatore della Cina con una esposizione esclusiva di 34 grandi statue di Guerrieri di terracotta, tutti a grandezza naturale, che raccontano la Cina di 2200 anni fa. La scelta del luogo non è casuale: il Valdichiana Outlet Village, simbolo della modernità e luogo d’incontro, divenuto nel corso degli anni un vero e proprio hub socialeteatro di esperienze e d’incontri che muovono da bisogni sempre più sofisticatiche vanno ben oltre la pura necessità di acquisto di beni e servizi, offre un’opportunità unica per coinvolgere il grande pubblico e portare la storia, l’archeologia e la leggenda di una delle meraviglie dell’umanità, quale l’Esercito di Terracotta del Primo Imperatore della Cina (una delle più grandi scoperte archeologiche del 20° secolo, proprio come il ritrovamento della tomba di Tutankhamon, le grotte di Lascaux e Machu Picchu) all’attenzione di migliaia di persone. Naturalmente ogni guerriero e pezzo in mostra non è quello originale ma una esatta riproduzione, creata da artigiani del Museo Nazionale di Pechino seguendo antiche tecniche di fabbricazione. Le statue dei soldati sono state ricavate dal calco utilizzato su quelle originali che si trovano nel famoso mausoleo di QinShi Huang a Xi’an (nella Cina orientale). Si rafforza così il legame tra la Toscana e l’antichissima cultura cinese. La mostra è curata da Massimo Magurano e nella sua realizzazione sin dagli inizi di questo progetto ha visto la collaborazione della Famiglia Spaggiari grazie alla quale è stato possibile realizzare il canale comunicativo con le autorità cinesi e non solo.
Vi è infine una grande attenzione per quello che riguarda l’allestimento stesso dove molta particolare cura è stata riservata alla didattica con pannelli informativi e proiezioni di documentari.