Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Mezzi pesanti sotto la lente d'ingrandimento di Polizia Locale e Stradale: l’operazione al casello di Arezzo Mezzi pesanti sotto la lente d'ingrandimento di Polizia Locale e Stradale: l’operazione al casello di Arezzo Mezzi pesanti sotto la lente d'ingrandimento di Polizia Locale e Stradale: l’operazione al casello di Arezzo

Operazione congiunta polizia locale e polizia stradale all’insegna di fattiva collaborazione e unità d’intenti. Oggetto: il controllo dei mezzi pesanti presso il raccordo autostradale all’uscita del casello di Arezzo. Sono stati 15 i mezzi coinvolti: in particolare, a uno di questi è stato contestato il trasporto di prodotti alimentari, che avrebbero dovuto essere mantenuti in un regime di temperatura adeguata, senza il termometro, l’apparecchiatura refrigerante in funzione e l’idonea classificazione Atp. Tale comportamento, oltre a essere punito con una sanzione di tremila euro, ha comportato per il contravventore l’obbligo di immediata distruzione dei prodotti alimentari trasportati in maniera irregolare.

Un altro mezzo pesante utilizzava invece un emulatore elettronico per falsare le emissioni inquinanti: il dispositivo è stato immediatamente sequestrato.

Oltre alle suddette sono state contestate altre violazioni del codice della strada: l’omissione o il non corretto inserimento dell’attività del mezzo, la più frequente, la guida senza la scheda tachigrafica inserita, la guida con veicolo in sovraccarico.