Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Ufficio Turistico, l'assessore Comanducci: "triplicate le ore di apertura" Ufficio Turistico, l'assessore Comanducci: "triplicate le ore di apertura" Ufficio Turistico, l'assessore Comanducci:

 In merito all’interrogazione presentata dai consiglieri Romizi e Caneschi, mi preme sottolineare che nel 2014 il capitolato di gara dei punti informazione dell’allora Giunta Fanfani parlava di garantire “solo” 1.204 ore di apertura all’anno. In certe stagioni, quello di piazza della Libertà era aperto solo 2 ore. Nel 2017, finalmente, quel bando ereditato dalla precedente amministrazione è scaduto e abbiamo potuto farne uno che ha incrementato a 3.176 le ore di apertura minima con un investimento economico doppio del precedente: in questo modo abbiamo finalmente potuto tenere aperto per 6 ore tutto l'anno quello all’interno del palazzo comunale e studiare aperture ad hoc alla stazione nei periodi di alta stagione. Dopo la nascita della Fondazione InTour, le ore di apertura sono salite addirittura 3.800 grazie all’ottimo lavoro della cooperativa Beta2 e al personale diretto del nuovo ente che hanno garantito anche l’apertura del punto sotto le Logge per l’intero periodo del Natale e in occasione di particolari eventi.

In questo momento il punto alla stazione con i lavori in piazza della Repubblica era difficile da tenere aperto anche perché per un certo periodo è stato addirittura inglobato nel cantiere. Verrà riaperto e gestito assieme ad alcuni partner prima possibile.

In merito al punto all’emiciclo, sempre la precedente amministrazione aveva dato una concessione gratuita a un privato che nonostante fornisse un ottimo sevizio ai turisti non è stato un punto informazioni ufficiale del Comune quindi non possiamo considerarlo tra le competenze dell’amministrazione. La fondazione comunque sta valutando vari progetti per renderlo di nuovo fruibile specie per utilizzare i bagni pubblici che in quella zona sono importantissimi.

Per il futuro, andremo verso la gestione di un unico punto di informazione turistica che abbiamo individuato nel fondo sotto le Logge Vasari, aperto 8 ore al giorno e che fornisca anche sevizi aggiuntivi, gestito direttamente dai dipendenti della Fondazione e vari “satelliti”, in collaborazione con i soci (librerie, hotel, edicole) che potranno diventare un punto di “primo soccorso” del turista con un progetto denominato Arezzo Tourist Network che vedrà la luce nei prossimi mesi.

Resta inteso che dal 2014 a oggi grazie agli investimenti di questa amministrazione e nell’ultimo anno della Fondazione Arezzo Intour gli orari di apertura di un punto al servizio dei turisti è più che triplicato, quindi la polemica non ha proprio fondamento.