Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Cloud Italia, lavoratori preoccupati: "immobile all'asta, a rischio il nostro posto ad Arezzo" Cloud Italia, lavoratori preoccupati: "immobile all'asta, a rischio il nostro posto ad Arezzo" Cloud Italia, lavoratori preoccupati:

I lavoratori della sede aretina di Clouditalia (ex Eutelia) sono in allarme per il loro “posto” di lavoro. Stavolta si tratta proprio del luogo fisico dove lavorano poiché l’immobile attualmente occupato è andato all’asta a seguito del fallimento società titolare dell’immobile.

Irideos, nuova proprietaria di Clouditalia, nell'incontro di aprile scorso ha manifestato un “non interesse” ad acquisizioni immobiliari e a richiesta delle organizzazioni sindacali, si è impegnata a rinnovare il contratto di affitto per 1 anno e, allo stesso tempo, entro questo mese di settembre a dare ulteriori informazioni ai dipendenti nell'incontro che si svolgere tra breve.

Lavoratori e sindacati – annunciano Salvatore D’Amico, Paolo Galastri e Barbara Bussotti, Segretari SLC CGIL, Fistel CISL e Uilcom UIL - chiedono alla nuova proprietà “una decisione che mantenga e salvaguardi il sito produttivo nella sua interezza occupazionale. I dipendenti, nell'ultima assemblea sindacale, hanno deciso di portare all'attenzione delle istituzioni sia territoriali che regionali il rischio di una delocalizzazione che impoverirebbe ulteriormente il territorio aretino, riproponendo per questi lavoratori il fantasma di uno spostamento che per molti di essi risulterebbe penalizzante se non impossibile”.