Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Omicidio di via della Robbia, Maria uccisa domenica notte: l'assassino ha lasciato molte tracce Omicidio di via della Robbia, Maria uccisa domenica notte: l'assassino ha lasciato molte tracce Omicidio di via della Robbia, Maria uccisa domenica notte: l'assassino ha lasciato molte tracce

L'assassino di Maria avrebbe lasciato molte tracce, sia telematiche che biologiche. Dai quattro telefoni che Maria aveva e che sono stati scandagliati dagli inquirenti, allo scontrino di un pasto consumato in pizzeria e ancora tracce di sangue e di altro materiale biologico. Fondamentale sarà capire l'ora della morte. Il marito sarebbe partito per Grosseto lunedì di prima mattina. Di certo c'è che Maria ha aperto la porta al suo assassino. Non c'erano infatti segni di effrazione nell'abitazione e la scena che gli inquirenti si sono trovati di fronte lascia pensare che prima del delitto si sia consumato un incontro tra la 60enne ed il suo aguzzino. I reperti che il giorno seguente hanno raccolto gli agenti della Polizia Scientifica per la Toscana, di Firenze, guidati da Paolo Terracciano, saranno analizzarli nei laboratori fiorentini per accertamenti più approfonditi. ùRisultati che, una volta in mano alla Procura di Arezzo, permetteranno di capire molto meglio cosa sia accaduto in questo appartamento.