Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Le escort non vanno in ferie: boom ad Arezzo, +26% Le escort non vanno in ferie: boom ad Arezzo, +26% Le escort non vanno in ferie: boom ad Arezzo, +26%

D'estate non c'è solo l'andirivieni dei vacanzieri. C'è un'altra particolare migrazione che vede protagonista anche la città di Arezzo. Stiamo parlando delle “professioniste”, che hanno scelto il mestiere più antico del mondo, quelle che oggi nella neolingua vengono chiamate escort. E' il sito internet principe del settore, EscortAdvisor, a monitorare i flussi delle ragazze squillo. Ad agosto rispetto al mese di giugno 2018 si è registrato ad Arezzo un aumento del 26% delle professioniste del sesso: la provincia aretina si colloca al terzo posto nella graduatoria toscana. Mentre a Siena le escort se ne vanno (-27%) con la calura estiva ad Arezzo arrivano, segno di un mercato piuttosto vivace anche nel mese di agosto. La migrazione delle escort è visibile anche attraverso un altro strumento del sito Escort Advisor: la mappa interattiva, in grado di evidenziare dove si trovano le sex workers iscritte al sito, in tempo reale. In città le zone al momento più gettonate sembrano essere Saione, la stazione, via Garibaldi e Santa Maria. Insomma nella città chiusa per ferie, c'è chi pur essendo chiusa per definizione come da legge Merlin, sembra essere più che aperta con tariffe medie, sempre da recensioni su EscortAdvisor, che si aggirano tra i 100 ed i 150 euro.