Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Il futuro di Ponte Buriano arriva sul tavolo del premier Conte: vertice a Roma Il futuro di Ponte Buriano arriva sul tavolo del premier Conte: vertice a Roma Il futuro di Ponte Buriano arriva sul tavolo del premier Conte: vertice a Roma

E’ segnato nell’agenda della Presidenza del Consiglio dei Ministri di mercoledì 17 luglio 2019 alle ore 10 l’incontro a Roma con Silvia Chiassai Martini Presidente della Provincia di Arezzo, per dare una soluzione definitiva a Ponte Buriano.La Presidente della Provincia non ha mai mollato l’attenzione su tale problematica e già nello scorso mese di febbraio ha portato direttamente a Ponte Buriano il Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, che da subito si è adoperato per attivare tavolo di confronto, tuttora aperto presso il Mit. Recentemente la Presidente, è riuscita a coinvolgere anche uno degli Organi Costituzionali più importanti del nostro ordinamento italiano, il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte. A maggio durante la visita nel territorio di Arezzo del Premier, la Presidente lo ha informato della questione di Ponte Buriano, che ha subito preso a cuore la problematica, comprendendo la necessità di un intervento urgente, tantochè attraverso i suoi uffici, si è fatto coordinatore tra i vari Ministeri ed Enti coinvolti convocando direttamente a Palazzo Chigi un tavolo di confronto. Tre i punti all’ordine del giorno che Silvia Chiassai Martini porterà in discussione con tanto di carte e studi alla mano : “Restauro di Ponte Buriano che verrà liberato definitivamente dal traffico veicolare, la realizzazione di un guado provvisorio su cui spostare la mobilità e la realizzazione di un nuovo ponte che risolverà definitivamente le problematiche del Ponte storico e di tutto il territorio.