Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Dopo lo sblocco dei lavori dei giorni scorsi, arriva la riapertura ufficiale della E45 al traffico ai mezzi pesanti fino a 30 tonnellate, su 2 corsie con il limite di velocità a 50 km orari.

A seguito dei contatti continui avvenuti nelle scorse settimane, il procuratore generale Roberto Rossi ha comunicato ai Sindaci dei comuni interessati dal tracciato della E45, Claudio Marcelli di Pieve Santo Stefano, Mauro Cornioli di Sansepolcro, Marco Baccini di Bagno di Romagna, Paolo Fratini di San Giustino Umbro e Luciano Bacchetta di Città di Castello, la decisione presa, il tutto a seguito del parere del dott. ing. Claudio Modena.

Le perizie sulla superstrada richieste dal Gip Piegiorgio Ponricelli ed eseguite dall'ingegner Claudio Modena devono essere ancora consegnate alle Autorità Giudiziarie.

Anas, avuta l'autorizzazione alla riapertura parziale del traffico pesante dovrà continuare i lavori nel cantiere sul viadotto Puleto per la messa in sicurezza, con la sostituzione dei baggioli e dei guard-rail al fine di garantire la percorribilità della tratta a tutti i mezzi pesanti.

Come più volte annunciato da Anas, per la definitiva conclusione delle opere i tecnici hanno stimato una tempistica di circa due settimane.