Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Inchiesta della procura di Arezzo su presunti casi di peculato e abuso d'ufficio. Coinvolti nomi noti della città di Arezzo già iscritti nel registro degli indagati. Tra loro l'assessore al bilancio del comune di Arezzo Alberto Merelli, Sergio Staderini ex presidente di Coingas e l'attuale presidente Franco Scortecci. Al centro dell'inchiesta due perizie una affidata al commercialista aretino Marco Cocci e l'altra ad uno studio legale fiorentino.

La Digos e la Guardia di Finanza avrebbero infatti già perquisito alcune abitazioni e le sedi della Coingas assieme ad alcuni uffici del Comune di Arezzo. 

Coingas è una partecipata dell'ente aretino, il Comune di Arezzo detiene il 45,17% delle quote. Ne fanno parte anche i comuni di Anghiari, Badia Tedalda, Bibbiena, Bucine, Castiglion Fiorentino, Capolona, Castel Focognano, Castel San Niccolò, Castiglion Fibocchi, Castiglion Fiorentino, Chitignano, Chiusi della Verna, Civitella in Val di China, Cortona, Foiano della Chiana, Lucignano, Marciano della Chiana, Monte San Savino, Montemignaio, Monterchi, Ortignano Raggiolo, Poppi, Pratovecchio Stia, Sansepolcro, Sestino, Subbiano, Talla.