Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Human Library, ad Arezzo arriva la a biblioteca dei “libri viventi” contro i pregiudizi Human Library, ad Arezzo arriva la a biblioteca dei “libri viventi” contro i pregiudizi Human Library, ad Arezzo arriva la a biblioteca dei “libri viventi” contro i pregiudizi

“L'albanese”, “Sotto la toga la droga”, ed ancora “La terrorista” e “La Poverina” e molto altro ancora.  Semplici titoli dietro ai quali però non ci sono tomi, bensì libri viventi, persone in carne ed ossa che ahnno deciso di raccontare la propria storia. Si tratta del progetto di Human Library, la biblioteca vivente, che per la prima volta è arrivata ad Arezzo. Un'iniziativa che rientra nell'ambito del Festival dell'Educazione, che ha trovato il suo spazio all'interno del Campus del Pionta. Nei giardini così i lettori hanno potuto prender in prestito i loro libri viventi, con l'obiettivo i portare l'insolito lettore a superare i propri pregiudizi.