Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Auto utilizzate per mettere a segno furti in tutta Italia: confiscati 187 veicoli Auto utilizzate per mettere a segno furti in tutta Italia: confiscati 187 veicoli Auto utilizzate per mettere a segno furti in tutta Italia: confiscati 187 veicoli

Si era intestato quasi 200 auto, tutte per conto di alcune famiglie rom residente nelle baraccopoli romani, che poi le utilizzavano per mettere a segno furti in tutta Italia. A portare alla luce il sistema truffaldino e la conseguente confisca di 187 vetture sono stati i carabinieri. Le indagini erano partita nel maggio 2018, quando la vittima di un tentato furto a Poppi era riuscita a fornire alle forze dell'ordina modello e targa dell’auto con la quale due soggetti si erano dati alla fuga. I militari della stazione di Poppi seguendo questa traccia sono arrivati sino a Roma. Dall’analisi degli elementi raccolti è infatti emerso che l’auto segnalata era intestata ad un cittadino egiziano 55enne, irreperibile sul territorio italiano. Gli ulteriori accertamenti hanno permesso di scoprire che l'uomo fosse intestatario di ben 187 veicoli, molto probabilmente utilizzate per compiere furti in abitazione. Il cittadino egiziano è poi risultato di fatto un mero prestanome. A bordo degli autoveicoli, nel corso dei controlli sono stati infatti soggetti di etnia rom, dediti ai reati contro il patrimonio e con precedenti specifici per furti in abitazione. I malviventi, grazie alla complicità di alcune agenzie di pratiche auto della Capitale, intestavano fittiziamente gli autoveicoli al cittadino egiziano, falsificando documenti e le firme, in modo che divenisse difficile risalire ai reali utilizzatori dei veicoli. Questa mattina i carabinieri provvedimento, emesso dalla Procura della Repubblica di Roma,hanno iniziato a dare esecuzione alla confisca di ben 187 vetture, ma saranno necessari alcuni giorni per portarlo a termine. Il cittadino egiziano è stato denunciato per falsità materiale e falsità ideologica.