Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Arezzo, torna il Mercatino in Danza Arezzo, torna il Mercatino in Danza Arezzo, torna il Mercatino in Danza

Presentati dall’assessore alle politiche sociali Lucia Tanti la settima edizione della rassegna e stage “Mercatino in Danza” e il terzo galà “Otello Bracci”. Appuntamenti nel fine settimana che va dal primo al tre marzo. “Questi nuovi eventi promossi dal Calcit – ha sottolineato Lucia Tanti – si inseriscono in una oramai consolidata tradizione all’insegna del volontariato, della raccolta fondi e della solidarietà. Il Calcit mette in moto tutto quanto si coniuga non solo con la sanità ma anche con cultura e sociale”. Alla conferenza stampa erano presenti Giancarlo Sassoli presidente Calcit, Siro Piantini vicepresidente, Greta Palazzini direttore artistico, Laura Corbo danzatrice del teatro San Carlo di Napoli e docente del liceo coreutico di Arezzo, Sandro Ricci e Alessandro Marrone pittori e scultori. Giancarlo Sassoli: “oltre ai fondi, che sono il primo obiettivo, aumenta il coinvolgimento dei giovani e della città nel suo complesso. Il Calcit non è solo il mercatino ma è musica, danza, teatro e nel mese di aprile abbiamo un programma un musical al Petrarca”. “Quattrocentonovantadue bambini iscritti agli stage e spettacoli di danza – per Greta Palazzini – danno il senso del nostro lavoro all’insegna del coinvolgimento”. Gli artisti Marrone e Ricci hanno realizzato le opere d'arte che saranno consegnate come premi: “veniamo entrambi dal vecchio istituto d'arte di San Domenico ed è giusto ricordare che, accanto ai nostri, tra i premi da assegnare c'è il quadro realizzato da Paola Bartolini”. Laura Corbo ha sottolineato “come oggi, tramite la musica e la danza, diamo un contributo agli studenti che saranno i cittadini di domani”. Si comincia con il galà, in programma venerdì 1 marzo alle 21. Sabato 2 marzo dalle 16 alle 23 mercatino con le tradizionali bancarelle, mentre fino alle 20 spettacoli di danza. Poi cena alle 19,30 e dalle 21 musica anni ’70 e ’80 con il gruppo Impressionati a Settembre. Domenica 3 marzo, ancora mercatino e in contemporanea stage e spettacoli di danza. Tutto ad Arezzo Fiere e Congressi.