Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Tragedia di San Leo, Danut rinuncia alla semilibertà Tragedia di San Leo, Danut rinuncia alla semilibertà Tragedia di San Leo, Danut rinuncia alla semilibertà

Sconterà sino alla fine la pena in carcere. Alexe Danut, il 42enne romeno che il 31 gennaio 2016 travolse ed uccise a San Leo Marzanna e la piccola Letizia, di 51 e 10 anni, ha infatti deciso di non presentare alcuna istanza per i benefici che ad oggi potrebbe ricevere. Mamma e figlia quella sera stavano camminando sul marciapiede di ritorno a casa, quando lui, ubriaco alla guida della sua minicar, gli piombo addosso. Per l'uomo le manette scattarono quella stessa notte, attualmente è rinchiuso nel carcere di Sollicciano, da dove ha rifiutato di chiedere la semilibertà e permessi per uscire. Il suo legale, l'avvocato Miriam Capoccia, parla della piena consapevolezza del suo assistito dell'errore commesso e della gravità e tragicità di quanto provocato. Per questo Danut ha deciso di scontare in cella la sua pena sino all'ultimo giorno, che grazie alla buona condotta potrebbe arrivare nel 2020, giorno in cui comunque lo attenderà l'espulsione dal territorio nazionale. In primo grado Alexe Danut fu stato condannato per duplice omicidio colposo a 9 anni e due mesi di carcere. Sentenza riformata poi dai giudici fiorentini nel 2017, in appello la pena era stata infatti ridotta a 5 anni e due mesi. Una scelta che fece gridare all'indignazione l'intera città. Resta ovviamente incolmabile il vuoto lasciato da quel dramma consumatosi alle porte di Arezzo per Luca Fiacchini, il marito di Marzanna e padre della piccola Letizia, che al momento preferisce non rilasciare nessuna dichiarazione.