Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Riabilitazione infantile, l’approccio Snoezelen attivo al San Donato di Arezzo Riabilitazione infantile, l’approccio Snoezelen attivo al San Donato di Arezzo Riabilitazione infantile, l’approccio Snoezelen attivo al San Donato di Arezzo

E’ stata inaugurata questa mattina al San Donato di Arezzo la Stanza Snoezelen, che si trova accanto alla Cappella dell’ospedale. E’ destinata ai bambini seguiti dal servizio di riabilitazione dello SMIA (Salute Mentale Infanzia Adolescenza) dell’area provinciale di Arezzo: permetterà di migliorare gli aspetti abilitativi/riabilitativi e aumenterà il benessere di molti bambini e delle loro famiglie. In questa stanza, infatti, i piccoli trovano un posto “magico” con luci, suoni, profumi e sapori, per sentirsi parte integrante di un ambiente accogliente e trovare coccole e stimolazioni importanti per la loro crescita emotiva, cognitiva e motoria. L’approccio Snoezelen è nato in Olanda alla fine degli anni ’70 e prevede la realizzazione di attività rilassanti attraverso stimolazioni sensoriali visive, uditive, olfattive e tattili facilitate dal ruolo funzionale del personale che partecipa a tali attività. L’approccio viene realizzato in ambienti forniti di equipaggiamenti speciali, come proiettori e ruote per produrre effetti visivi, luci e sfere di specchi, strumenti per la musica, materassi ad acqua vibranti e cuscini morbidi, tubi a bolle, fasci di fibre ottiche, ecc. In queste stanze, la natura, la quantità, la disposizione e l’intensità della stimolazione possono essere manipolate e tenute sotto controllo.