Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Casa dell'Energia e Arezzo Tv insieme per un nuovo progetto editoriale: nasce la Fonderia delle Idee Casa dell'Energia e Arezzo Tv insieme per un nuovo progetto editoriale: nasce la Fonderia delle Idee Casa dell'Energia e Arezzo Tv insieme per un nuovo progetto editoriale: nasce la Fonderia delle Idee

La storia che si intreccia con la comunicazione e nel segno dell'innovazione porta ad Arezzo una assoluta novità. La “Casa dell'Energia”, prezioso recupero industriale della ex fonderia Banstanzetti, si apre alla città ed al dibattito sul suo futuro. Arezzo TV, emittente televisiva dal 1988 al fianco degli aretini esce dagli studi e arriva in luogo storico e innovativo di Arezzo. Una collaborazione nata da un'intuizione di entrambe le strutture che si concretizzerà in un progetto editoriale dal nome “La fonderia delle idee”. Un progetto che verrà presentato ufficialmente in occasione del secondo compleanno della casa delle energie il prossimo 20 settembre quando i locali dell'urban centre vedranno anche l'apertura al pubblico della mostra dedicata alla Bastanzetti alle 21:00 in collaborazione con il Fotoclub “La Chimera”. Pezzi pregiati di storia industriale della nostra città che tornano dove sono nati e foto delle più importanti produzioni targate Bastanzetti come la famosa. Tra questi gli stampi per i lampioni dei lungarni fiorentini, la campana destinala alla torre ldi Addis Abeba commissionata da Mussolini, molte immagini sacre per il Vaticano e le famose maschere delle fontane del Central Park di New York. La mostra sarà preceduta alle 17:30 dall'incontro con Umberto Galimberti dal titolo “Esistenze fragili: la condizione giovanile come specchio della società” che fa parte di un nuovo ciclo di conferenze promosso dalla Biblioteca Città di Arezzo.