Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Caos rifiuti, Ghinelli: "se ci sarà rinvio a processo via da Sei Toscana" Caos rifiuti, Ghinelli: "se ci sarà rinvio a processo via da Sei Toscana" Caos rifiuti, Ghinelli:

"Se ci sarà rinvio a giudizio via da Sei Toscana", così il sindaco di Arezzo e di presidente di Ato Toscana Sud a seguito della notizia della fissazione della data dell’udienza preliminare circa il procedimento penale posto a carico dell’ex direttore di Ato e dell’ex amministratore delegato di Sei Toscana, oltre che di altri soggetti tra i quali anche le società toscane di gestione dei rifiuti Sei Toscana e Siena Ambiente.

"Ritengo necessario in caso di rinvio a giudizio di tali soggetti per i reati di turbativa d'asta e corruzione, di prendere in seria considerazione l'eventualità di risoluzione anticipata del contratto di servizio. Tale importante e decisivo passo, peraltro richiesto da varie amministrazioni comunali, dovrà tuttavia essere preceduto da un qualificato parere di un legale esperto di diritto amministrativo per evitare in tutti i modi eventuali ritorsioni da parte del gestore. Ricordo inoltre che l'Ato Toscana Sud si è già incardinato nella procedura penale a carico dei soggetti di cui sopra, come parte lesa, con indirizzo da parte dell'assemblea di procedere con la costituzione dell'Ato come parte civile nell'eventuale processo penale dopo la data del 29 novembre.Di certo, questa vicenda sta dimostrando, ogni giorno di più, la scarsa efficacia della legge regionale sui rifiuti".