Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Duro colpo allo spaccio in Valdarno: due arresti dei Carabinieri Duro colpo allo spaccio in Valdarno: due arresti dei Carabinieri Duro colpo allo spaccio in Valdarno: due arresti dei Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Levane hanno tratto in arresto due stranieri, un tunisino ed un albanese, denunciando in stato di libertà altri 5 soggetti, dei quali 2 italiani e tre tunisini per spaccio di sostanze stupefacenti. Una terza persona è ricercata. I militari della piccola stazione levanese, hanno concluso un’indagine iniziata nel mese di novembre 2017, nata dallo stralcio di un’altra operazione condotta sempre da quel Comando Arma e che aveva portato all’arresto di un antiquario ed al recupero di tre quadri rubati di ingente valore. La nuova attività di indagine ha permesso di assestare un altro duro colpo agli spacciatori nel Valdarno. Dopo i tre recenti arresti al Matassino, del nigeriano a Montevarchi e l’esecuzione di ulteriori due arresti da parte del Nucleo Operativo e Radiomobile, anche lì a conclusione di una lunga e complessa attività indagine. L’operazione della Stazione di Levane, condotta con intercettazioni e metodi tradizionali (osservazione, controllo e pedinamento), ha permesso l’identificazione di 60 acquirenti di stupefacente (cocaina, eroina ed hashish).  Nella giornata di ieri, i Carabinieri di Levane hanno inoltre eseguito varie perquisizioni, supportati anche da un’unità cinofila del Nucleo Carabinieri Cinofili di Pisa – San Rossore; oltre ai due stranieri tratti in arresto, l’attività di indagine ha portato al deferimento di ulteriori 5 soggetti (tre tunisini, una donna italiana residente in Umbria e un altro italiano montevarchino, pluripregiudicato). Per questi ultimi cinque, sono emersi collegamenti ed attività di collaborazione con gli spacciatori arrestati. Al momento, una terza persona risulta ricercata dai militari di Levane.