Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Muore folgorato a 33 anni mentre lavora: la Fiom proclama un giorno di sciopero Muore folgorato a 33 anni mentre lavora: la Fiom proclama un giorno di sciopero Muore folgorato a 33 anni mentre lavora: la Fiom proclama un giorno di sciopero

Marco Del Cimmuto, operaio 33enne abruzzese di Pescocostanzo, è morto ieri pomeriggio a seguito di un drammatico incidente mentre stava lavorando in località Le Vertighe, a Monte San Savino. Si trovava a lavoro assieme ad un collega della ditta Asla, della provincia di Chieti, che fa parte del Consorzio Italwork, vincitrice di un appalto per conto di Enel per il rinnovamento degli impianti. Assieme avevano portato i nuovi pali per la linea della corrente da sostituire. I lavori di rinnovamento sarebbero iniziati lunedì prossimo, intanto la ditta, si stava portando avanti, scaricando il materiale.  Il dramma si sarebbe consumato proprio nel corso dei lavori si movimentazione, quando un palo avrebbe sfiorato un cavo dell'alta tensione. Da qui una tremenda scarica che ha scaraventato il giovane a terra. Nonostante l'immediato intervento dei soccorsi per il 33enne non c'è stato nulla da fare, il giovane operaio è deceduto poche ore dopo all'ospedale senese delle Scotte.  La procura di Arezzo ha aperto un'indagine, sul corso del giovane, per il quale è stato dato il via libera per la donazione degli organi, domattina sarà eseguita l’autopsia dall'equipe di medicina legale di Siena. La Fiom Cgil di Chieti a cui il 33enne era iscritto infine ha proclamato un giorno di sciopero a seguito della tragedia.