Come proteggere il nostro "made in Italy" . Presentato a Firenze il volume di Fittante VIDEO

Il design ed il brand, rappresentano senza dubbio l’espressione più elevata dell'eccellenza del made in Italy. La monografia dal titolo "BRAND, INDUSTRIAL DESIGN E MADE IN ITALY: LA TUTELA GIURIDICA", curata per le edizioni Giuffrè da Aldo Fittante, avvocato e docente del corso di diritto della proprietà industriale all'Università di Firenze, approfondisce la disciplina nazionale e comunitaria in tema di marchio, nonché la normativa sui disegni e sui modelli e la protezione dell'industrial design. 



L'attuale rilevanza del mondo di internet, viene poi studiata a fondo e spiegata nella nuova sezione dedicata alla tutela giuridica della proprietà intellettuale nel web: una questione enorme, complessa e di assoluta rilevanza.
Di questi fondamentali temi, hanno discusso con l'autore: Alessandra Bencini, senatrice Pd, Patrizia Pompei, presidente della III sezione del Tribunale delle Imprese di Firenze, e Roberto Messina, giornalista e scrittore, durante la presentazione del volume avvenuta venerdì 1 dicembre Libreria Salvemini a Firenze. 
Dopo un approfondimento dedicato alla possibile protezione del design anche attraverso la protezione prevista dal diritto d’autore, questo significativo libro dedicata una specifica sezione ai valori e alla normativa in tema di Made in Italy, marchio evocativo di una qualità e di un’eccellenza uniche e che trovano nel design e nel brand la loro massima espressione. In effetti, anche se veniamo da un periodo di crisi che ha profondamente inciso sull’economia del Bel Paese, va rilevato come quello del Made in Italy è probabilmente l’unico settore che ha consentito al sistema-Italia di reggersi, nonostante tutto, saldamente in piedi.
Il testo, aggiornato con le ultime riforme normative ed i più recenti interventi giurisprudenziali, e comprendente una breve rassegna giurisprudenziale ed una sintetica bibliografia, si rivolge a quanti necessitino di uno strumento di consultazione agile e completo: non soltanto cultori della materia, quali giuristi, professionisti e studenti universitari che si approccino ai temi affrontati, ma anche imprese operanti nell’ampio contesto del Made in Italy.




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.