Stia, inaugurata la XXII Bienalle di Arte Fabbrile

È stata inaugurata questa mattina a Stia la XXI Biennale Europea d’Arte Fabbrile, rassegna dell’artigianato del ferro battuto, organizzata dal Comune di Pratovecchio Stia e dell’Associazione Autonoma per la Biennale d’Arte Fabbrile.

Alla cerimonia, svoltasi nella splendida cornice di piazza Tanucci, sono intervenuti l’On.Marco Donati, l’Assessore della Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli e il Presidente del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Luca Santini, oltre al Sindaco di Pratovecchio Stia Nicolò Caleri e alla Presidente del Comitato Organizzatore Maria Gemma Bendoni.

A seguire il taglio del nastro e la visita agli stand della mostra allestiti all’interno del Lanificio di Stia che ospita anche il Museo del Ferro Battuto, la cui sede è stata inaugurata in occasione della Biennale del 2015.

Un sentito ringraziamento è stato espresso dal Sindaco Caleri e dalla presidente Bendoni a tutti i soggetti pubblici e privati che hanno patrocinato e sostenuto la manifestazione:

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale,Regione Toscana, Provincia di Arezzo, Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, Camera di Commercio di Arezzo, CNA Arezzo, Confartigianato Imprese Arezzo, Confersercenti Arezzo, Confcommercio Arezzo, Aruba, Miniconf, Banca di Anghiari e Stia , Ubi Banca, Maglificio Gio’, Cloud Italia, Coingas, Tiemme, Estra, Fondazione Baracchi, Borri SPA, La Sorgente, Freschi & Vangelisti,Fiumiflex.




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.