Ecco Oida, l'orchestra che riunisce le eccellenze musicali aretine VIDEO

OIDA, Orchestra Instabile di Arezzo, è la sintesi di tutte le migliori esperienze musicali del territorio che negli anni si sono affermate a livello nazionale e internazionale. Proprio per questo OIDA curerà, grazie alla collaborazione con il Comune di Arezzo, una parte consistente della stagione musicale del Teatro Petrarca, che vivrà tantissimi appuntamenti di musica e spettacolo nel solco della grande tradizione musicale aretina.



Guidata dalla presidente Paola Butali, OIDA ha raccolto una delle sfide più ardue del territorio: mettere insieme tante realtà musicali diverse di Arezzo e provincia, dalle associazioni fino alle scuole, per proporre alla città un’offerta musicale ancora più ricca e capace di coinvolgere tutti, a partire proprio dai giovani.

L'assessore Lucia Tanti: “oggi è una fausta giornata perché vede la presentazione di un’orchestra che unisce le migliori eccellenze aretine che pur mantenendo la loro identità hanno deciso di collaborare stabilmente insieme per offrire, con l’amministrazione comunale, alla città una produzione musicale significativa e di livello. Il percorso fatto è stato seguito fin dal suo esordio dal sindaco Alessandro Ghinelli impegnato a voler portare a sintesi un progetto che rafforza già tanti risultati ottenuti nell’ambito della musica e della formazione musicale. Fa molto piacere che a questa conferenza stampa di presentazione di OIDA ci siano il sovrintendente della scuola di musica di Fiesole, Lorenzo Cinatti, con la quale esiste un rapporto di collaborazione essendo il soggetto affidatario della Casa della Musica e di tutti i progetti che da essa discenderanno, e il presidente della Fondazione Guido d’Arezzo Slavka Taskova Paoletti che insieme all’associazione Opera Viwa costituiscono la cabina di regia per tutta l’offerta musicale e formativa della città”.

La presidente di OIDA, Paola Butali: “abbiamo un consiglio di amministrazione che è composto anche da non musicisti ma da amanti della musica, come me. Inoltre amiamo la nostra città. Per questo, un anno e mezzo fa siamo partiti con questa sfida per creare OIDA. Lo scopo è aumentare l'amore per la musica. La forza di OIDA risiede nell'essere stata in grado di intercettare la fiducia e l'impegno di numerose realtà musicali di alto livello del territorio. Vogliamo far crescere una cultura musicale diffusa e ci unisce il sogno di promuovere Arezzo, che dette i natali a Guido Monaco, come polo della musica a livello nazionale e internazionale, portando il suo nome in Italia e nel mondo. Il primo passo è essere connessi: seguiteci sui social e sul nostro sito".

Roberto Barbetti, dirigente comunale del servizio cultura: “oggi salutiamo la nascita formale di OIDA. La volontà di creare un cartellone comune e condiviso era stata già valutata a suo tempo. Stiamo quindi parlando di quello che propone OIDA il cui primo evento sarà il 24 settembre al Teatro Petrarca alle 18 con ‘Omaggio a Beethoven’, concerto dedicato al grande maestro tedesco diretto da Roberto Pasquini”.

Un lavoro intenso che intende portare la musica in ogni luogo, perché davvero tutti possano ricevere benefici da questo incontro: dalle scuole agli esercizi commerciali, dagli ospedali agli spazi pubblici, dai luoghi aperti ai teatri. Attività che saranno presentate alla città il 14 settembre alle 18 presso il Quokka Cafè in via Garibaldi, in occasione della presentazione del progetto di OIDA alla città in collaborazione con Confcommercio.

Sono già tante le realtà che hanno aderito a OIDA: l’Accademia Musicale Valdarnese, l’Associazione Guido Monaco, l’Associazione Opera Viwa, l’Associazione SoNoRo, l’Associazione Voceincanto, l’Orchestra Giovanile di Arezzo, la Scuola di Musica Le 7 Note, Spazio Seme. Saranno proprio loro insieme alla partecipazione di Associazione Corale Symphonia, Corale Poliziana della Scuola di Musica di Montepulciano, Coro Kastalia, Schola Cantorum Saione e con la collaborazione di Liceo Petrarca Arezzo e ProximaMusic a curare la proposta artistica degli eventi firmati OIDA.

Per il concerto del 24 settembre: platea e I settore 30 euro intero, 27 euro ridotto. II e III settore 20 intero, 17 ridotto. IV settore 10 euro intero e 7 euro ridotto. Le riduzioni si applicano fino a 30 e oltre i 65 anni di età, iscritti alle associazioni teatrali del comune di Arezzo legalmente riconosciute, dipendenti dell’amministrazione comunale, soci Unicoop Firenze. La prevendita inizia dal 14 settembre nelle seguenti modalità: presso Rete Teatrale Aretina, via Bicchieraia 34, telefono 0575 1824380, il martedì e giovedì pomeriggio in orario 16-19. Circuito BoxOffice Toscana: www.boxofficetoscana.it punto vendita Ipercoop. Prevendita on line: www.boxol.it. Vendita il giorno di spettacolo presso il Teatro Petrarca dalle 10 alle 13 e dalle 17 fino a inizio spettacolo.




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.