Centro Taekwondo Arezzo, medaglie e spettacolo all’Insubria Cup

Il Centro Taekwondo Arezzo apre la nuova stagione con quattro medaglie internazionali e con la consacrazione come miglior realtà giovanile della Toscana. La società aretina, guidata dal maestro Andrea Rescigno, ha inaugurato il 2018 gareggiando con sette ragazzi al trofeo Insubria Cup di Busto Arsizio (Va), una delle più importanti manifestazioni organizzate in Italia a cui erano presenti più di mille atleti provenienti da tutte le regioni della penisola e da otto Paesi europei. In questo contesto, il Centro Taekwondo Arezzo è emerso con tre ori e un argento che sono valsi il quattordicesimo posto tra centosettantasei squadre, piazzandosi al primo posto tra le toscane e ottenendo un significativo miglioramento rispetto al trentottesimo posto del 2017. Questo piazzamento, frutto di prestazioni tecniche di altissimo livello, assume ancor più valore considerando il basso numero di atleti aretini in gara rispetto a quelli schierati dalle società avversarie (appena sette mentre, ad esempio, i vincitori del New Marzial Mesagne erano in ventisei). «Siamo entusiasti - commenta Rescigno. - I nostri ragazzi hanno vinto l’emozione di combattere in un contesto di livello internazionale e sono stati protagonisti di tanti spettacolari combattimenti che sono valsi i complimenti anche di molti tecnici e atleti presenti».
Le medaglie più importanti sono merito di Andrea Barbagli e Emma Duranti che, saliti nell’importante categoria delle cinture rosse-nere, si sono confermati tra gli atleti più forti d’Italia e hanno conquistato un doppio oro: il primo ha trionfato nei -27kg Cadetti B, mentre la seconda ha vinto i -59kg Cadetti A superando anche avversarie più esperte e più quotate. Il terzo oro è arrivato con Alex Botnari che ha compiuto l’impresa di bissare il successo ottenuto all’Insubria Cup nel 2017 ed è salito ancora sul gradino più alto del podio. La quarta medaglia porta infine la firma di Mirko Vannini che, nei -55kg Junior verdi-blu, è risultato tra gli atleti tecnicamente più spettacolari dell’intera manifestazione e si è arreso solo al termine di una combattuta finale, chiudendo così con un argento. Particolarmente positiva è risultata anche la prova di Giulia Mocerino che nei -41kg Cadetti A ha aperto l’Insubria Cup vincendo contro un’atleta di altissimo livello ma che si è dovuta ritirare nel secondo incontro a causa di un infortunio. A chiudere la squadra del Centro Taekwondo Arezzo, infine, erano presenti Mattia Martini, che ha ben debuttato nei -30kg Cadetti B tenendo testa ad un avversario fisicamente più grande e più esperto, e Alessia Conti nei -51kg Cadetti A che è uscita al primo turno. «Con un po’ di fortuna saremmo entrati nella “top ten” dell’Insubria Cup - aggiunge Rescigno, - ma arrivare nei prossimi posti tra tante società italiane ed europee gratifica il duro lavoro quotidiano svolto in palestra e ci conferma tra le realtà in maggior ascesa del taekwondo giovanile».




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.