Addio ad Angelillo, sfiorò la serie A con l'Arezzo. "Menchino" Neri: "Mi ha rigenerato come uomo e calciatore"

Lutto per il calcio italiano: si è spento all'età di 80 anni Antonio Valentin Angelillo, ex allenatore dell'Arezzo negli anni d'oro e giocatore di Inter, Roma e Milan. Suo ancora oggi il record di 33 reti in 33 partite con la maglia nerazzurra, nel campionato a 18 squadre.  

Il decesso è avvenuto venerdì scorso, 5 gennaio, ma la notizia era rimasta riservata per volere della famiglia. L'ex 'angelo dalla faccia sporca' della nazionale argentina era arrivato al pronto soccorso del policlinico 'Le Scotte' di Siena il 3 gennaio ed era rimasto ricoverato nella struttura. Arrivò ad Arezzo nel 1980, quando il presidente Narciso Terziani lo chiamò con la squadra ultima in Serie C: guidò l'Arezzo ad una splendida rimonta che portò gli amaranto ad arrivare addirittura quinti in classifica, vincendo anche la coppa Italia del 1981 battendo la Ternana in una doppia finale. La stagione seguente Angelillo regalò ai tifosi la promozione in B con quell'Arezzo formato dai vari Gritti, Mangoni, Malisan, Butti, Pellicanò e Menchino Neri.striscione angelillo Nella stagione 1983-1984 l'Arezzo fu anche primo in classifica in Serie B prima di un calo che lo portò a centrare il quinto posto finale, migliore piazzamento di sempre della storia amaranto. Nell'autunno 2016 Angelillo partecipò al "raduno" ad Arezzo Fiere in cui si erano rievocati gli anni d'oro dell'Arezzo sotto la presidenza Terziani, evento che ArezzoTv propose in diretta ai tifosi amaranto. Gli Ultras con uno striscione allo stadio hanno reso il loro omaggio all'indimenticabile Angelillo. La famiglia ha scelto funerali in forma privata.

Di seguito le note delle società sportive.

AREZZO
L’Unione Sportiva Arezzo apprende con profonda tristezza la scomparsa di Antonio Valentin Angelillo, ex calciatore ed allenatore, profondamente legato alla città di Arezzo ed al Cavallino Rampante, nonché protagonista indiscusso della sua storia. Sotto la sua guida tecnica, infatti, nella stagione sportiva 1981/82, l’Arezzo centrò un doppio, storico traguardo, con la promozione in Serie B da primo in classifica e la vittoria della Coppia Italia di categoria. Alla famiglia di Angelillo vanno le più profonde condoglianze della società amaranto.

INTER
Tutta l’FC Internazionale esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Antonio Valentin Angelillo: “l’angelo dalla faccia sporca” ci ha lasciati all’età di 80 anni. Nato a Buenos Aires il 19 marzo 1937, arriva in nerazzurro nella stagione 1957/58: segna 16 reti, ma l’anno successivo entra nella storia dell’Inter e del calcio italiano. Segna 33 reti, primato assoluto per un campionato a 18 squadre. Resterà all’Inter per quattro stagioni, collezionando 127 presenze e 77 reti. Chiusa la carriera da calciatore e allenatore, torna in nerazzurro in veste di osservatore. Alla famiglia vanno il pensiero e l’affetto di tutto il Club e dei tifosi nerazzurri.

ROMA
Accolto dal grande entusiasmo dei tifosi dopo la prima fortunata esperienza italiana con l’Inter, Angelillo arriva alla Roma nell’estate del 1961 e in quattro stagioni conquista due trofei: subito la Coppa delle Fiere l’11 ottobre del 1961 e quindi, tre anni più tardi, la prima Coppa Italia della storia romanista. Mette insieme 138 presenze totali con 31 gol, segnati giocando indifferentemente da regista avanzato o centravanti. Soprattutto, Angelillo rimane nella storia giallorossa tra i grandi artefici di stagioni indimenticabili. Ai familiari va l’abbraccio affettuoso di tutta la famiglia romanista. Così lo ha ricordato oggi Giacomo Losi in un intervento a Roma Radio: “La scomparsa di Angelillo mi addolora. È stato un calciatore fortissimo e intelligente, un sudamericano atipico. Ce n’erano pochi come lui: era un giocatore a tutto campo, era lui a iniziare le azioni, aveva una grande personalità. Era uno degli ispiratori del gioco della squadra, quando non sapevi cosa fare bastava affidargli la palla. Era anche una grande persona, un ottimo compagno di squadra: non era difficile essere suo amico.




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.