Sba, Under18: una fucina di talenti per la serie C

L'Under18 Rosini della Scuola Basket Arezzo è il trampolino di lancio verso la prima squadra. Il settore giovanile della società aretina termina con una squadra che, forte di dodici cestisti nati nel biennio 2000-2001, sta disputando il campionato nazionale d'Eccellenza per maturare quelle ultime esperienze necessarie per essere preparati al grande passo nelle categorie senior. La continuità tra l'Under18 e la serie C è tale che la Sba ha deciso di affidare le due formazioni allo stesso tecnico, Giuseppe Delia, che sta costruendo un comune progetto tattico per permettere ai ragazzi del vivaio di farsi trovare subito pronti nel momento in cui dovranno portare il loro contributo tra i "grandi". La fiducia che l'allenatore e la società hanno riposto sulle loro giovani promesse è stata confermata già da questo avvio di stagione dove sono entrati nel giro della prima squadra Michele Gilardoni (già lanciato anche tra i titolari tra Coppa Toscana e C), Tommaso Sturli, Marco Palombi, Stefano Calzini e Amerigo Giommetti. «L'Under18 - spiega Delia, - termina il percorso formativo e deve dunque accompagnare i ragazzi alla definitiva maturazione tecnica, tattica e caratteriale. La stretta sinergia tra questa categoria e la prima squadra è stata un'intelligente intuizione della società per permettere ai ragazzi di essere già pronti quando verranno chiamati a portare un contributo in C: avere un'unica figura di riferimento e un unico input tattico facilita questi scambi e permette agli atleti dell'Under18 di vivere questo passaggio con maggior serenità. L'obiettivo è, nel corso dell'anno, di aumentare sempre più il numero di ragazzi che si affacceranno nelle squadre senior».
L'Under18 Rosini è impegnata in un campionato d'Eccellenza particolarmente difficile, in cui si troverà a sfidare squadre come la Mens Sana Siena o il Pistoia Basket che hanno aggregato i più forti talenti delle annate 2000 e 2001 che in futuro giocheranno nei massimi palcoscenici nazionali. La scelta della Sba è stata invece di valorizzare i ragazzi aretini e del proprio vivaio, fornendo loro l'occasione di vivere un confronto di altissimo livello. Rispetto allo scorso anno, infatti, la squadra è stata rinforzata solo con Sergio Stella da Castellammare di Stabia, poi fa affidamento sul gruppo composto da Elia Baracchi, Lorenzo Bichi, Matteo Fascetto Sivillo, Michele Martinelli, Simone Romagnoli e Tommaso Vitellozzi, oltre ai cestisti già nel giro della serie C. «L'orgoglio è di poter far affidamento su una squadra quasi esclusivamente cresciuta nella Sba - aggiunge Delia, - che si è formata dall'unione dei due gruppi del 2000 e del 2001, e che deve innanzitutto trovare una propria identità e una maturazione tattica. In questo campionato d'Eccellenza non ci siamo posti obiettivi in termini di risultato, ma dovremo lottare con grinta e convinzione contro ogni avversario per uscire sempre soddisfatti dal campo, consapevoli di aver fatto il massimo».




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.