Disabili, nuovi contributi dalla Regione per l'acquisto di auto adattate

Via libera con voto unanime della commissione Sanità, presieduta da Stefano Scaramelli (Pd), alla proposta di legge che prevede interventi per favorire la mobilità individuale e l’autonomia personale delle
persone disabili. Il provvedimento prevede l’istituzione di un fondo di 200mila euro per il 2018, per la concessione di contributi per persone con disabilità che si trovino in situazioni di grave limitazione dell’autonomia personale o, in alternativa, ai genitori o a un componente del nucleo familiare. Contributi per l’acquisto di autoveicoli nuovi o usati adattati (fino a un massimo di 18mila euro); per la modifica degli strumenti di guida, compreso il cambio automatico di serie, o la modifica dell’auto di un genitore o comunque di un familiare (fino a un massimo di 20mila euro); per il conseguimento di patenti speciali di guida (fino a un massimo di mille e 500euro). Prevista anche l’attivazione da parte dei Comuni di progetti pilota per servizi di ‘car sharing’ a favore delle persone disabili.
La proposta di legge è stata sottoscritta dai consiglieri Scaramelli e Ciolini (Pd), Mugnai (Forza Italia), Quartini (M5s), Spinelli (Art.1-Mdp) e Sarti (Sì-Toscana a sinistra). Il consigliere Giovanni Donzelli (Fratelli d’Italia) ha ritirato la propria proposta di legge, presentata da tempo e rinviata in commissione per arrivare a un testo condiviso, e anche la propria firma dalla nuova pdl licenziata oggi dalla commissione, “per non rallentare l’iter di approvazione del provvedimento che risponde alle esigenze e permette soluzioni attese da tanti cittadini disabili”. Donzelli ha contestato “la forzatura mai vista prima in questo Consiglio: una proposta di legge elaborata da un gruppo di minoranza viene portata in Aula come testo della maggioranza”.
Il testo “è il risultato di una sintesi prodotta dal lavoro autonomo della commissione sulla proposta originaria del consigliere Donzelli, che è giusto ringraziare per il lavoro svolto”, dice il presidente Scaramelli. Tra i provvedimenti di bilancio regionale esaminati oggi in commissione, ricorda, “un intervento per aumentare le forme di esenzione del bollo anche per coloro che presentano disabilità agli arti superiori e concedere più tempo per presentare la domanda di esenzione: da novanta giorni si passa a centottanta”




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.