Abolizione voucher, Cna: "alimenta il sommerso e danneggia imprenditori e lavoratori"

"Siamo contrari, totalmente contrari all’abolizione dei voucher - è il commento secco della Presidente CNA Arezzo Franca Binazzi - Come possono le imprese, soprattutto quelle piccole, far fronte ai picchi di attività operando con facilità e assicurando ai lavoratori le garanzie contrattuali e previdenziali? L'abolizione è una decisione che alimenta il sommerso e danneggia imprenditori e lavoratori. Noi artigiani facciamo un uso modesto dei voucher, utilizzandoli per remunerare prestazioni saltuarie ed occasionali quando c'è un picco di lavoro o una necessità improvvisa. Questo strumento, oltre a far emergere occasioni di lavoro, ha offerto opportunità di guadagno legale, regolamentato e tracciato, mentre il risultato dell'abolizione non sarebbero certo nuovi rapporti di lavoro, ma la dispersione di potenziali occasioni di occupazione".
Ma soprattutto la Presidente Binazzi si chiede: "Qual è l'alternativa oggi se vogliamo colpire il lavoro nero e favorire l'elasticità di quello regolare? L’abolizione lascia senza risposte tutte quelle prestazioni occasionali che nelle imprese non possono essere inquadrate in rapporti di lavoro tradizionale e riporta il mercato del lavoro alla situazione degli anni 70, senza tenere conto del contesto economico e sociale, nazionale e internazionale, completamente mutato".




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.