"Giù la maschera", nuove disposizioni per i carnevali aretini. VIDEO

Giù la maschera. Questo di fatto dovranno fare tutti coloro che parteciperanno ai corsi mascherati o saranno a bordi dei carri allegorici nei vari carnevali delle provincia di Arezzo che ormai sono alle porte.
La Prefettura ha infatti inviato a tutti i sindaci dei comuni aretini una nuova circolare, in vista del periodo del carnevale e degli eventi legati. Sicurezza è la parola d'ordine. In pratica i vari comitati dovranno comunicare preventivamente alle
Secondo quanto indicato nella circolare: “...in considerazione della particolare delicatezza del momento, che impone l’adozione di misure di sicurezza per contrastare il rischio di eventi di natura terroristica, occorre affermare il principio che nelle aree ove si svolgono manifestazioni pubbliche non è consentito l’accesso a persone travisate.

Dovrà essere disposto, a cura delle organizzazioni, un censimento di quanti, nell’ambito della manifestazione di carnevale intendano mascherarsi e/o travisarsi. Al fine di consentire l'effettuazione di iniziative ormai consolidate – quali le sfilate di carri allegorici che prevedono coreografie con persone in costume e mascherate – l’organizzazione dovrà farsi garante dell’identità di quanti si maschereranno ed avranno accesso alle predette aree, previa predisposizione di un apposito elenco”.
La disposizione non riguarderebbe dunque il pubblico ma soltanto i protagonisti legati all’evento. Una normativa che sarebbe già stata applicata l’anno scorso in occasione del carnevale più antico d'Italia quello di Foiano della Chiana.




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.