Montevarchi (Ar), abbandono di rifiuti. Le foto inchiodano i responsabili

“Mi vergogno per loro, non sono montevarchini perché offendono la città”.
E’ duro l’intervento del sindaco Silvia Chiassai Martini di fronte alle immagini rilevate dalla telecamera di via dei Mille, l’ultima collocata in ordine di tempo, che ha pizzicato gli autori dell’abbandono selvaggio di rifiuti fuori dai cassonetti. Un controllo puntuale sul territorio comunale effettuato dalla Polizia Municipale, seguito anche dal primo cittadino, che prosegue grazie all’ausilio di 23 apparecchi di videosorveglianza operativi in vari punti sensibili del territorio.
foto cassonetti 4 montevarchi
Un monitoraggio che ha permesso, in questi mesi, di individuare azioni, come queste, di scempio e incuria nei confronti dell’ambiente verso le quali il sindaco Chiassai Martini dimostra categoricamente la sua “tolleranza zero” .
“Le immagini lasciano pochi dubbi sul comportamento vergognoso e irresponsabile di queste persone che come se nulla fosse – afferma il sindaco- vengono filmati dalla telecamera mentre abbandonano ingombranti quando avrebbero la possibilità, tra l’altro, di usufruire di un servizio gratuito per il ritiro. Un comportamento inaccettabile perché queste persone non rispettano né l’ambiente in cui vivono, né chi invece osserva regole elementari di civile convivenza.
foto cassonetti 3 montevarchi
Questi incivili non possono essere considerati cittadini di Montevarchi, ma devono sapere che noi ci siamo e che controlliamo. Fin dal mio insediamento alla guida della città, ho promosso una campagna di informazione e di educazione all’importanza del decoro urbano e sulla necessità di tornare a sentirci comunità. Per fortuna, c’è una gran parte della gente, soprattutto giovani, che vedo collaborare e rispondere prontamente alle iniziative, come la pulizia di aree verdi e pubbliche, con un numero crescente di volontari del decoro pronti e disponibili per riqualificare la loro città . Purtroppo non possiamo abbassare la guardia di fronte agli “irriducibili furbetti” dei rifiuti. Il nostro messaggio è chiaro: ci siamo attrezzati sia per combattere culturalmente un malcostume ormai acutizzato nel tempo, che per stanare i comportamenti scorretti e sanzionali a dovere ”. I numeri danno ragione all’amministrazione comunale: nel 2017, infatti, la Polizia Municipale ha accertato 94 violazioni alle norme sul decoro urbano tra abbandono rifiuti, stendimento panni e altre tipologie, mentre sono stati effettuati 140 controlli di non sovraffollamento nelle abitazioni e vari interventi di sicurezza e presidio nelle piazze della città.




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.