Arezzo, maltempo. Oltre 1.500 famiglie senza elettricità. A Badia Prataglia isolati anche i telefoni VIDEO

Sono 1.580 le famiglie in provincia di Arezzo senza corrente elettrica da questa notte. Le forti folate di vento che si sono registrate soprattutto in Casentino, hanno divelto alcuni alberi che sono caduti sui cavi dell'elettricità determinando un black out nelle zone di Badia Prataglia, Poppi, Bibbiena, Chiusi della Verna, Castel San Niccolò. L'intero abitato di Badia Prataglia non ha corrente elettrica e collegamenti telefonici. 
Il sindaco di Poppi Carlo Toni sentito telefonicamente dalla nostra redazione ha confermato che l'interno abitato di Badia Prataglia è "senza corrente elettrica e senza telefono".



L'Enel ha diffuso una nota in merito: 
"Nonostante le difficoltà di accesso alle linee elettriche per via della neve e di alberi caduti sulle strade, proseguono i lavori dei tecnici di e-distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica di media e bassa tensione, e delle imprese.
Nella giornata odierna, grazie ai lavori effettuati e ai gruppi elettrogeni installati, il numero di clienti disalimentati (alle ore 19) è sceso a circa 1,5mila in alto Mugello (circa mille a Firenzuola e circa 500 tra Palazzuolo sul Senio e Marradi), a cui si aggiungono altre situazioni circoscritte sparse a macchia di leopardo tra la montagne pratese, pistoiese e aretina (in Casentino alle ore 19 meno di 50 singoli clienti tra Poppi, Pratovecchio Stia, Castel San Niccolò, Chiusi della Verna).
Entro la serata si stima di risolvere definitivamente tutte le situazioni nel pistoiese, nel pratese e in Casentino e di avviare la normalizzazione del servizio anche in alto Mugello. E-distribuzione è in costante contatto con le autorità locali e con la Protezione Civile, che sta coordinando tutte le operazioni di gestione dell’emergenza maltempo.
Sul campo sono costantemente impegnate oltre 150 risorse tra tecnici di e-distribuzione e imprese, e sono stati movimentati 50 gruppi elettrogeni. E-distribuzione ricorda che è sempre attivo il numero verde 803.500 per la segnalazione dei guasti; è, inoltre, possibile ricevere informazioni anche dal sito web di e-distribuzione".


Giornata difficile in Vallesanta, la zona del Comune di Chiusi della Verna che ha subito i maggiori disagi per l’ondata di maltempo che si è abbattuta in questi giorni anche in Casentino. “Fin dalle prime ore di martedì 14 – informa il Sindaco Giampaolo Tellini – si sono presentati problemi per la neve che è caduta copiosa e per il forte vento. Intorno alle 4 del mattino, in accordo col Servizio Viabilità della Provincia, il tratto che porta da Val della Meta a Badia Prataglia è stato chiuso al traffico, anche per il rischio di caduta di piante o rami sulla carreggiata. Anche una squadra di operai dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino è stata impiegata per rimuovere le piante abbattute. Nello stesso tempo, proprio per la caduta di diversi alberi, sono state interrotte le linee elettriche e telefoniche, dunque è venuta a mancare la corrente sempre in quella zona. La situazione è divenuta seria ma grazie alla collaborazione di tutti e a diverse ore di lavoro è stato possibile risolvere in pratica ogni problema. Nel primo pomeriggio siamo riusciti a riaprire il tratto di strada chiuso, e all’imbrunire anche la situazione della corrente è tornata alla normalità. L’ondata di maltempo era stata prevista e così in poche ore stando sul territorio sono stati portati a termine gli interventi necessari”.




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.