Ritirate 61 patenti in un weekend dalle strade della Toscana

Continua l’impegno della Polizia Stradale in Toscana per contrastare le condotte di guida pericolose che, tra distrazioni al volante, uso di droghe e alcool sono la principale causa degli incidenti registrati sulle principali arterie della regione. Sulla base di una specifica strategia decisa dalla Direzione Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, anche lo scorso fine settimana è stata effettuata un’operazione insieme ai Medici del Corpo, dotati di appositi stick in grado di sgamare chi guida dopo avere bevuto troppo o fatto uso di stupefacenti. Sono state monitorate le arterie percorse dal popolo della notte, in particolare i caselli autostradali di Prato e Arezzo, con l’impiego in tutta la regione di 550 equipaggi, supportati da uffici mobili, nonché auto e moto civetta, con cui è stato possibile avvistare meglio a distanza i conducenti poco virtuosi. Le persone identificate sono state 1.300, con 1.003 veicoli controllati. La Polstrada ha ritirato 61 patenti e 49 carte di circolazione, decurtando 4.975 punti. Tra gli automobilisti colti in fallo, 32 avevano bevuto troppo e 4 erano sotto l’effetto di droghe. Tanti quelli sorpresi al volante distratti: ben 108 guidavano senza cinture di sicurezza, mentre altri 82, invece di guardare avanti e tenere le mani incollate al volante, smanettavano sul cellulare.




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.