Ladri di cacio fermati in A1, recuperati 2500 chili di parmigiano reggiano

La Polizia Stradale di Arezzo (Sottosezione di Battifolle) ha recuperato sull’A/1 più di 2.500 chili di parmigiano reggiano, trafugati nel modenese da una cooperativa di produttori.

Ieri sera gli operatori della Polizia di Stato, in prossimità di Chiusi, stavano attuando il dispositivo di controllo a reticolo, che impegna la Polstrada sulle principali arterie della Toscana alla ricerca sia di automobilisti indisciplinati che di delinquenti.

Una pattuglia della Sottosezione di Battifolle ha notato un furgone con targa polacca, diretto a sud, con a bordo un uomo e una donna. Li ha fermati avvertendo, subito, un forte odore di formaggio. Dal vano di carico sono spuntate fuori 80 forme di grana fresche, pronte per essere immesse sul mercato.

I due stranieri hanno mostrato la bolla di accompagnamento della merce da cui sembrava tutto in regola, ma gli agenti hanno voluto approfondire gli accertamenti, scoprendo che il cacio era stato rubato da un deposito di Pavullo.

La Polstrada di Arezzo ha arrestato i ladri, di 40 anni l’uomo e 60 la donna, restituendo poi la refurtiva a uno dei proprietari. Il proprietario, prima di lasciare la caserma, ha ringraziato gli investigatori, spiegando loro che la perdita di quei 40.000 euro di grana, in questo periodo di crisi, non se la sarebbe proprio potuta permettere.




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.