ROARR, il ruggito dei giovani leoni dell’ambiente: tutti i premiati

Il ruggito più forte è stato quello degli alunni della primaria Madagli di Fratta, nel Comune di Cortona. Si sono aggiudicati la prima e la seconda posizione di ROARR, il progetto di educazione ambientale nato dalla collaborazione fra Straligut Teatro ed Estra con la partecipazione di Legambiente. Al terzo posto le classi terze delle sezioni A e B di Alberoro. Il premio Ricrea è andato alla II B della Montebianco di Arezzo e il premio EStraclick alla IV B della stessa scuola.
Al progetto ROARR hanno preso parte 4.000 alunni di 150 classi di scuole primarie di Arezzo, Siena e Prato che hanno dato vita ad una gara ecologica basata su una caccia al tesoro fotografica di eco-azioni a tema risparmio energetico che ogni classe ha collezionato sul proprio album digitale sul sito www.roarr.it e una raccolta di tappi di acciaio e plastica. Sono state 22.856 le eco-figurine raccolte: fotografie di buone pratiche di risparmio energetico scattate dai bambini e dalle loro famiglie e “incollate” negli album, uno per ognuna delle classi partecipanti, presenti sul sito www.roarr.it. 2.457.589 sono invece i tappi di acciaio e plastica (546 kg di acciaio e 6.117 kg di plastica) raccolti col tutoraggio di Legambiente.
Ulteriori premi speciali sono stati quelli di “Acciaio giocando”, messi in palio da Ricrea (Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio) e dedicati alle classi che hanno raccolto più tappi in acciaio e poi Estraclick, il concorso realizzato in partnership con Estra che ogni settimana ha premiato la fotografia più originale con un buono da spendere in materiali didattici.
Stamani, dopo il saluto del Dirigente scolastico Alessandro Artini che ha ricordato come la sua scuola sia da sempre impegnata nell’educazione ambientale, anche con uno specifico corso di studi (biologia ambientale), è stato Fabrizio Trisciani di Straligut a introdurre l’evento. Ha sottolineato come ROARR sia la felice sintesi di educazione ambientale e teatrale: “due leve per far girare i nostri cervelli”. E Ilaria Violin, Direttrice del Circolo Laura Conti di Legambiente, ha sottolineato le finalità del progetto: “promuovere la conoscenza dell’ambiente e le buone pratiche”.
“L'educazione ambientale è una costante dell'attività di Estra – ha ricordato il Presidente Francesco Macrì. Riteniamo fondamentale un uso corretto dell'energia e siamo convinti che la consapevolezza non può che nascere nelle scuole. Siamo certi che i corretti comportamenti appressi dai ragazzi diventano ben presto patrimonio delle intere famiglie. Uso corretto dell'energia vuol dire tutela dell'ambiente, maggior durata delle risorse, risparmio economico e formazione di una cittadinanza consapevole. In questo contesto è nato ROARR che dal prossimo anno contiamo di poter estendere anche nelle Marche”.
Le maestre coinvolte nel progetto anche rinviato ad un video e ad una serie di aggettivi il commento della loro esperienza: “coinvolgente, educativa, interressante e ruggente”.
ROARR ha ricevuto il sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Toscana, Anci Toscana, Comuni di Arezzo, Siena, Prato, Sovicille, Legambiente. E la partnership tecnica di Alia e le sponsorship di Corepla (Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Plastica), Sienambiente, Banca Cras, Zurich Securitas snc di Trisciani e Bonucci.




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.