A Cortona la città smart del futuro con “Città 4.0"

Grande successo per “Città 4.0 – Edizione Toscana”, che ha visto Cortona trasformarsi in un laboratorio di idee e progetti che guardano alla città smart del futuro. L'evento organizzato dall'associazione “Europa Comunica”, con il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Cortona, ha ospitato i migliori esperti in campo di Smart City, innovazione, tecnologia e Industria 4,0 presso l'Auditorium Sant'Agostino. Nei due convegni in programma, si è parlato di: Città, Industria e Finanziamenti europei per Smart City.
Grande è stato l'interesse dimostrato dai presenti nei confronti delle aziende che hanno presentato i loro progetti innovativi. A presentare l'App Frind sono stati due dei i suoi giovani fondatori Luca Becchetti, Ilario Quaglia, che hanno raccontato anche la loro esperienza di “fare impresa innovativa” in una piccola regione come l'Umbria. “Frind” nasce dall'esigenza reale di entrare in contatto con i propri amici in maniera 'smart', mantenendo però un minimo di riservatezza, cosa che con gli attuali social network non si può di certo avere. Questa nuova app sarà a tutti gli effetti un nuovo social di riferimento per i giovani che vorranno incontrarsi con i propri amici e creare con loro eventi e occasioni di aggregazione.
Molta curiosità da parte soprattutto degli amministratori locali per il “Pedone Smart” della 3G Italia, un sistema innovativo di sicurezza a tutela di pedoni e automobilisti, che segnala mediante un particolare sistema di illuminazione l’attraversamento stradale da parte di un pedone, allertando con anticipo le autovetture in arrivo. Una sistema che si compone di due segnali montati ai lati delle strisce pedonali che sono in grado, attraverso un sensore, di rilevare la presenza di un pedone intento ad attraversare la strada. Dotato di un sistema di alimentazione fotovoltaico che lo rende autosufficiente e indipendente dalla rete elettrica.
Presentato anche il progetto “Umbria Power Car Sharing” di car sharing “integrato” estremamente innovativo, sviluppato da esperti del campo della Mobilità e dell’Energia di Emotion Srl. Non è mancato inoltre il giro in bici elettrica per tutti, sulle biciclette dell'Associazione EcoBike Touring.
Il primo dei due convegni in programma ha visto trattare argomenti come il reperimento di fondi necessari per sviluppare progetti di Smart City per le Pubbliche Amministrazioni, con l'euro progettista Maria Ragano Caracciolo e Jean Luc Umberto Bertoni, Presidente dell'Associazione “Europa Comunica”. Ad aprire il dibattito sono stati i saluti dell'Assessore Albano Ricci del Comune di Cortona.
Nel pomeriggio il un secondo incontro, incentrato sui Modelli per costruire Smart City e Industria 4.0, ha visto tra i relatori: Adriana Galgano, deputata membro della Commissione Attività produttive e dell'Intergruppo per l'Innovazione; Giampiero Bambagioni, economista, Chairman degli esperti dell'ONU/UNECE REM per l'Housing & Land Menagement; Francesca Caproni, direttore GAL Trasimeno-Orvietano; Lorena Pesaresi, dell'Associazione “Europa Comunica”; Ilaria Baccarelli, imprenditrice che presenterà il progetto U.M.B.R.E..
“Città 4.0 – Edizione Toscana”, nasce dopo la prima edizione che si è svolta lo scorso settembre in Umbria con enorme successo di pubblico e stampa nazionale. L'intento ora è quello di portare il format in diverse città italiane e grazie all'evento di Cortona è arrivato anche l'interessamento da parte enti pubblici e privati di altre città italiane, che vorrebbero spitare le prossime edizioni di “Città 4.0”. Intanto l'Associazione “Europa Comunica” sta lavorando alla seconda edizione di “Città 4.0”, che tornerà a Perugia dal 22 settembre al 1 ottobre 2017, all'interno della Settimana Europea della Mobilità, con tantissime novità in campo di innovazione, tecnologie e smart city.




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.