Via Romea Germanica, approvata dal Consiglio l'adesione di Arezzo

L’assessore Marcello Comanducci ha proposto al Consiglio Comunale l’adesione del Comune di Arezzo all’associazione Via Romea Germanica che ha sede a Santa Sofia in provincia di Forlì-Cesena: “il mibact ha individuato il 2016 come l’anno dei cammini storici dando un forte impulso a un settore che oggi già muove 5 milioni e mezzo di visitatori all’anno. La provincia di Arezzo è attraversata da uno dei più importanti percorsi escursionistici europei e reputo strategico che il Comune entri a far parte di questa associazione. Ci tengo a ringraziare l’intero Consiglio Comunale che ha votato all’unanimità la pratica”. Si tratta di un’associazione che promuove studi e ricerche di carattere storico, culturale e religioso nel segno della riscoperta dell’antica via romea da Stade a Roma, descritta dal monaco Alberto negli Annali Stadenses. Questi ultimi, risalenti al 1250, parlano di un itinerario di pellegrinaggio verso Roma che partiva da questa cittadina della Bassa Sassonia e che, a sud delle Alpi, attraversava il Tirolo, il Trentino, Padova, Venezia, Ravenna, Forlì passando poi da Arezzo prima di scendere definitivamente a Roma da Orvieto e Viterbo. Sono complessivamente 82 i Comuni del territorio nazionale interessati dalla via romea di Stade. All’associazione hanno già aderito Chiusi della Verna, Bibbiena, Subbiano, Capolona, Castiglion Fiorentino e Cortona. Il Comune di Arezzo è interessato da due tappe: Subbiano-Arezzo per un totale di 19 chilometri e mezzo e Arezzo-Castiglion Fiorentino di 24,8 chilometri. La delibera è stata approvata all'unanimità con 23 voti favorevoli.




Questo sito web utilizza cookie con sole finalità tecniche, il cookie di profilazione di Google Analytics viene utilizzato in modalità strettamente anonima.
Cliccando su OK, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie e privacy completa.